Come curare l’infezione “mani piedi bocca” in gravidanza

Scritto da
infezione mani piedi bocca in gravidanza

L’infezione “mani piedi bocca” è una malattia abbastanza comune nei bambini che non necessita di cure particolari, ma se contratta durante il periodo della gravidanza può causare problemi al nascituro. Ecco cosa fare.

Che cos’è l’infezione “mani piedi bocca”

È una malattia cutanea, causata dal virus Coxackie A16, che si presenta sotto forma di bollicine rossastre – simili a quelle della varicella – le quali a loro volta compaiono sui palmi delle mani, sulle piante dei piedi e intorno alla bocca. Oltre alle bollicine, possono comparire altri sintomi come febbre e malessere. Il contagio avviene per via oro-fecale, quando cioè si portano le mani alla bocca contagiate da feci infettate. Raramente, ma non impossibile, il contagio avviene per via aerea, attraverso l’allattamento al seno o durante il parto. La contaminazione può avvenire solo da uomo a uomo e il periodo d’incubazione può durare da 3 giorni a una settimana circa.

Infezione “mani piedi bocca” in gravidanza: come si cura?

Solitamente questa malattia passa da sé, non esiste infatti un trattamento specifico ma è importante curare la febbre con paracetamolo e soprattutto l’igiene lavando le mani per evitare che l’infezione si diffonda. Se la malattia si contrae  in gravidanza, soprattutto durante il primo periodo, il rischio è quello di causare gravi danni al feto, come l’idrope fetale, che si manifesta con la comparsa di un accumulo eccessivo di liquidi nel corpo del bambino, fino a provocare l’aborto. Prima del parto invece la futura mamma potrebbe contagiare il nascituro che dovrà subito ricevere le cure più adatte. A seconda della gravità della malattia la gravidanza verrà comunque tenuta sotto controllo con ecografie e analisi più approfondite per monitorare il benessere del bambino nel grembo materno.  

Categorie dell'articolo:
Disturbi · Gravidanza

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *