Cos’è la gravidanza biochimica?

Scritto da

Sebbene sia abbastanza diffusa, la gravidanza biochimica non è ben conosciuta dall’universo femminile, come invece accade ad altre condizioni simili, quali la gravidanza isterica, ad esempio. Per una donna, vivere una gravidanza biochimica non è infrequente, ma spesso avviene senza nemmeno saperlo: nella gravidanza biochimica, i sintomi di una gestazione ci sono tutti (ad esempio un lieve ritardo delle mestruazioni) e il test di gravidanza da’ un esito positivo, ma dopo alcuni giorni arriva il ciclo. Il quadro è piuttosto complesso, cosa succede, dunque?

Con la gravidanza biochimica, la fecondazione c’è stata ed è, infatti, stata rilevata dal test di gravidanza, ma è seguito subito dopo un aborto spontaneo precoce, prima delle 5 settimane di gestazione, cioè prima che effettivamente la donna percepisse di essere in dolce attesa.

Come dicevamo, nonostante i sintomi della gravidanza biochimica siano i medesimi di una gravidanza “normale”, le tempistiche sono ridottissime e, così, spesso accade che la donna nemmeno riconosca i sintomi della gravidanza come tali, magari imputando quel crampo al basso ventre a tutto tranne che a una gravidanza. È appunto il test di gravidanza a fare la differenza: se una donna non lo effettua, non si accorge nemmeno di avere avuto nel proprio ventre un embrione perché l’arrivo delle mestruazioni nei giorni successivi non le pone il dubbio di una gravidanza; viceversa, se una donna effettua il test, lo trova positivo perché – dopo la fecondazione – ha subito un innalzamento dei livelli di Beta HCG, gli ormoni che circolano nel sangue non appena inizia a formarsi la placenta, che rimane l’unico indizio di una gravidanza, non essendo visibile nemmeno a livello ecografico.

L’attenzione verso la gravidanza biochimica è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni, da quando si sono diffusi i metodi di procreazione medicalmente assistita e le donne che cercano un figlio sono costantemente monitorate dei loro livelli di Beta HCG; può comunque fare molto piacere sapere che una gravidanza biochimica non richiede alcun tipo di intervento e non pregiudica la capacità di concepimento futuro della donna.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Concepimento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *