Bambini prematuri: come vestirli?

Scritto da

Il parto prematuro è spesso una situazione difficile da prevedere, che rompe gli schemi di un evento a cui ci si sta preparando da tempo. Un percorso complesso, che vede il bambino tenuto per del tempo (che sembra eterno) lontano da voi ma che per fortuna alla fine nella maggior parte dei casi si evolve positivamente.

Ma uno dei problemi (anche se secondario) a cui le mamme di bambini prematuri vanno incontro, è quello dell’abbigliamento. Infatti spesso si scopre che gli abitini già acquistati non sono i più adatti, ma è necessario trovare un abbigliamento specifico.

Certo, finché il piccolo resterà nell’incubatrice non sarà necessario vestirlo, ma una volta pronti finalmente per tornare a casa, non bisogna farsi trovare impreparati. Ci sono infatti vestitini ad hoc per bambini prematuri, che servono per fargli affrontare comodamente i primi mesi fuori dall’incubatrice.

La cosa più importante è senza dubbio il tessuto. Se già il neonato deve essere vestito con un occhio accorto alla composizione dei tessuti, ancora più attenzione va prestata al bimbo prematuro. Scegliamo quindi tessuti che non irritino la pelle, possibilmente di cotone e di ottima qualità. Optiamo per colori dalle tinte neutre, senza orli fastidiosi, pizzi e ricami che possano andare ad irritare la delicatissima pelle del bambino.

Qual è il modello perfetto? Senza dubbio quelli con apertura frontale, magari con bottoncini automatici. Ottimi sono gli spezzati o quelli con l’apertura sotto il cavallo. I capi di abbigliamento che non dovete mai dimenticare sono la cuffietta, in qualsiasi stagione, e le calzine: perché i bimbi prematuri prendono freddo con grande facilità.

La taglia dei prematuri è la extrasmall: e c’è da dire che a vederli così, quei minuscoli capi di abbigliamento, stringono davvero il cuore per l’emozione. Ma non vi preoccupate: piano piano anche i più piccini cresceranno…e le loro misure mini saranno solo un ricordo!

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Tutto per il bebè

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *