5 semplici consigli per alleviare i dolori del travaglio

Scritto da

Il travaglio ed il parto sono due momenti meravigliosi nella vita di una donna, anche se, indiscutibilmente dolorosi e da affrontare con la giusta preparazione e consapevolezza.

Una delle preoccupazioni più diffuse tra le mamme è il livello di dolore che sarà percepito, e come poterlo affrontare al meglio: c’è chi opta per un trattamento farmacologico contro il dolore, come l’epidurale, e chi invece si affida alla propria resistenza naturale, per vivere lucidamente tutte le emozioni del momento della nascita, comprese le più complesse.

Per chi non vuole ricorrere a trattamenti farmacologici, esistono consigli e suggerimenti per trovare sollievo ed affrontare il dolore del travaglio e del parto in tutta naturalezza, in alcuni casi facendosi aiutare anche dal proprio partner.

  1. Tecniche di respirazione: respirare profondamente durante il travaglio può essere una soluzione efficace per cercare di contenere il dolore. Questa tecnica naturale, infatti, può aiutare a distrarre l’attenzione della mamma, spostandola dalle contrazioni, e parallelamente, aumentando l’apporto di ossigeno in circolo, può favorire il rilassamento del corpo.
  2. Acqua terapia: alcune donne trovano sollievo dai dolori del travaglio immergendosi in una vasca colma d’acqua. Questa tecnica è utilizzata non solo per chi desidera vivere il travaglio in casa, ma è anche contemplata in numerosi ospedali d’Italia. Sentire il calore e il fluire dell’acqua tiepida sul corpo, può aiutare la mamma a rilassarsi ed a tollerare meglio le contrazioni.
  3. Pensieri positivi: alcuni la chiamano ipnosi, altri parlano di tecniche di meditazione, ma in tutti i casi si tratta di focalizzare la propria attenzione su una situazione piacevole e rilassante, cercando di allontanare il dolore ed estraniarsi dalla situazione, concentrandosi su una fantasia calma e serena.
  4. Massaggio: durante il travaglio è importante, se lo si desidera, lasciarsi massaggiare alcune zone del corpo più affaticate, come la base della schiena, o altre più funzionali per il rilascio di endorfine, come le spalle.
  5. Cambiare posizione: durante il travaglio provate a muovervi, anche per favorire la fase di espulsione. Le posizioni più gettonate per trovare sollievo dal dolore sono sedersi in posizione eretta, muoversi dall’alto in basso simulando degli squat o dondolarsi avanti e indietro su una palla preparto.
Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Travaglio e parto

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *