Serena Williams: “Vi racconto il mio parto traumatico”

Scritto da
serena williams parto emergenza

La celebre tennista Serena Williams, da poco mamma della piccola Olympia Ohanian Jr, svela il suo lato più umano, raccontando i drammatici giorni vissuti dopo il parto, avvenuto il 1 settembre 2017, con un cesareo d’urgenza. Serena è stata costretta in un letto di ospedale per sei settimane, per un avvio di maternità tutto in salita.

Le complicazioni dopo il parto di Serena Williams

La gravidanza era passata in maniera perfetta per la 23 volte campionessa del grande Slam, che aveva addirittura vinto gli Australian Open incinta di sette settimane. Tutto sembrava andare per il meglio ma, durante le contrazioni del travaglio, il battito della sua piccola Olympia Ohanian Jr si è pericolosamente abbassato, costringendo i medici ad effettuare un cesareo d’urgenza.

L’intervento fortunatamente è perfettamente riuscito: subito dopo il parto, il neopapà Alexis ha tagliato il cordone ombelicale e la piccola è stata appoggiata sul petto della mamma, emozionatissima.

Da quel momento, però, tutto è andato storto” ha raccontato la Williams in un’intervista. Il giorno successivo Serena ha iniziato ad avere problemi respiratori, ed ha subito chiesto ad un’infermiera di essere sottoposta a TAC e di ricevere una dose di eparina. La campionessa aveva capito di essere vittima di un’embolia polmonare: soffre, infatti, di coaguli del sangue, ma aveva dovuto interrompere le cure che tengono sotto controllo il problema, a causa del cesareo. All’inizio Serena non è stata presa sul serio dai medici, che si sono però dovuti presto ricredere, e iniziare tempestivamente una terapia.

Nel frattempo, a causa della tosse provocata dall’embolia, la ferita del cesareo si è riaperta, e la tennista è stata portata in sala operatoria, dove le hanno trovato un ematoma addominale. Le è stato inserito, inoltre, un filtro in una vena principale per scongiurare il rischio di altri coaguli.

La lunga convalescenza di Serena e l’emozionante ruolo di mamma

Serena Williams è rimasta ricoverata in ospedale per sei settimane, senza quasi potersi alzare dal letto. Il fidanzato le è sempre stato vicino, prendendosi cura della piccola.Adesso Serena si è completamente ristabilita, si è sposata a novembre e, mentre progetta il suo ritorno sui campi da gioco, condivide la sua esperienza di mamma con i fan, postando numerose foto della piccola Olympia.

Nonostante le difficoltà, racconta con orgoglio il suo allattamento, mentre si sente in ansia come tutte le mamme perché la bimba sta attraversando il fastidioso periodo della nascita dei primi dentini.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Commenti