Riflessologia plantare per neonati: come eseguirla e come agisce

Scritto da
info@maternita.it'

Massaggiare i neonati per calmarli quando sono spaventati o hanno dei piccoli dolori è un gesto naturale, che molte mamme fanno, ma non tutte sanno che vi è una tecnica molto più efficace per tranquillizzarli: la riflessologia plantare.

La riflessologia plantare per neonati

La riflessologia plantare è una terapia olistica che consiste nel massaggiare e stimolare alcuni punti delle mani e dei piedi per ottenere dei benefici fisici o per eliminare stati di ansia, paura o stress. Questa antica tecnica di massaggio è stata applicata anche sui neonati per alleviare le coliche o semplicemente per calmarli e sono stati conseguiti ottimi risultati. La riflessologia plantare è utile per creare un legame di fiducia con il bambino, aiutarne la crescita e soprattutto preservarne la salute. Per sfruttare gli enormi benefici della riflessologia plantare è necessario agire su dei punti specifici, con massaggi leggeri e continui che cambiano d’intensità con la crescita del neonato. Per convenzione, la pianta del piede viene suddivisa in sette aree precise, che se stimolate correttamente riescono ad alleviare i disturbi dei più piccoli. Il massaggio plantare può essere eseguito sul neonato fin dai primi giorni di vita, con sfioramenti leggeri e per la durata si 10-15 minuti. Trascorso il primo anno, si possono allungare i tempi di massaggio ed esercitare anche una leggera pressione per ridurre le crisi di pianto o per ridurre la stitichezza e i problemi digestivi.

Riflessologia plantare per neonati: come eseguire il massaggio

Per ottenere dei risultati dalla riflessologia plantare, bisogna innanzitutto conoscere la mappa della pianta del piede e stimolare quei punti specifici. Ad esempio, se il neonato ha dei problemi di dentizione e si vogliono alleviare i sintomi, allora bisognerà massaggiare con dei movimenti leggeri e continui i polpastrelli delle dita dei piedi, per almeno cinque 10-minuti. Se il neonato è agitato e ha difficoltà a dormire, la pressione deve essere esercitata sulla zona denominata del plesso solare, l’area centrale del piede. Il massaggio al plesso solare del piede può essere utile per favorire la digestione e risolvere problemi come la stitichezza. I neonati soffrono spesso di coliche e per ridurre immediatamente il dolore e allo stesso tempo rilassare il neonato, si dovrà agire “sull’addome inferiore”, l’area centrale della pianta del piede, fino all’intersezione con le dita. Rispetto agli altri massaggi di riflessologia plantare, quello per ridurre le coliche deve essere eseguito per pochi minuti, ma in diversi momenti della giornata. La riflessologia plantare è utile anche per altri piccoli disturbi: raffreddore, diarrea, reflusso o sinusite o può essere semplicemente considerata una coccola o un gesto d’affetto per il neonato.
Per prevenire l’insorgenza di sindromi influenzali, problemi intestinali o crisi di pianto è sempre opportuno eseguire il massaggio plantare con regolarità, almeno 1-2 volte a settimana.

Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo