Muore cadendo dal letto a 10 mesi: i suoi organi salvano due piccole vite

Scritto da
muore-cadendo-dal-letto-a-10-mesi-i-suoi-organi-salvano-due-piccole-vite
info@maternita.it'

È durata soltanto 10 mesi la vita del piccolo della provincia di Trapani morto al Trauma Center di Palermo la notte del 4 luglio. Una storia drammatica che racchiude un segno di speranza: i genitori del piccolo hanno infatti acconsentito all’espianto degli organi, consentendo ai medici di salvare altre due piccole vite.

La tragedia e la morte cerebrale

Il piccolo dormiva nella casa di famiglia quando una caduta accidentale dal letto e un relativo trauma cranico avevano complicato il quadro clinico con un vasto ematoma subdurale, ovvero lo spazio che si trova tra le due meningi della scatola cranica.

I soccorsi sono scattati immediatamente e dalla sua abitazione il piccolo è stato prelevato e trasportato in compagnia dei genitori e dell’equipe medica in elisoccorso al Trauma Villa Sofia di Palermo dove è stato sottoposto a intervento chirurgico nel reparto di Neurochirurgia per tentare di salvargli la vita.

Purtroppo nella notte il tragico epilogo. Il bimbo non è riuscito a superare lo stato di sofferenza nonostante il tempestivo intervento ed è sopraggiunta la morte cerebrale, di fronte la quale i genitori con grande spirito di abnegazione, hanno dato il consenso alla donazione degli organi.

Il prelievo degli organi per la donazione e la commozione del primario

La stessa notte del 4 luglio, lo staff del Trauma Center diretto da Antonio Iacono, in collaborazione con le due equipe a cui erano destinati gli organi, una del Policlinico Gemelli di Roma e l’altra delle Molinette di Torino, con l’assistenza delle psicologhe del Centro Regionale Trapianti, hanno provveduto all’esportazione del cuore e del fegato, da destinare rispettivamente a Roma e Torino.

Inutile dire quanto grande sia stato il gesto di due genitori ancora sconvolti per la perdita del loro piccolissimo figlio. Ed è stato lo stesso Direttore Generale di Villa Sofia, Walter Messina, a voler dedicare un pensiero al gesto d’amore compiuto dai due genitori, che così hanno contribuito a salvare altre due vite innocenti.

Il ringraziamento del Direttore è andato anche all’equipe che ha coordinato l’intera operazione ed eseguito l’intervento a conferma, dice ancora il Direttore, della grande professionalità di tutti gli operatori di Villa Sofia.

Categorie dell'articolo:
news

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.