Donne licenziate: la maternità non c’entra!

Scritto da
Donne licenziate maternità

Il livello occupazionale femminile continua a essere inferiore rispetto a quello maschile in numerosi Paesi del mondo. Ma quali sono le principali cause che determinano questo fenomeno diffuso? Da una recente ricerca, effettuata su un campione di 300 donne di età compresa tra i 22 e i 35 anni, è emerso che più che la maternità a influire sull’auto-licenziamento delle donne sono gli stipendi decisamente inadeguati alle proprie prestazioni professionali e al costo della vita. Questo dato, d’altra parte, è confermato dal fatto che, anche nei Paesi più avanzati (States, Regno Unito, ecc.), esiste un divario salariale tra uomini e donne piuttosto significativo.

Questa circostanza rappresenta sicuramente un limite sia per la prosperità economica del Paese che per la valorizzazione del talento e della professionalità femminili. È , dunque, giunta l’ora di cominciare a ridurre le diseguaglianze in campo lavorativo e nel contempo di adoperarsi affinché il concetto pari opportunità non resti un fatto puramente teorico.

Categorie dell'articolo:
Mamme e lavoro

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *