Quali sono i fattori che influenzano la fertilità?

Scritto da
staff@maternita.it'

I fattori principali che influenzano la fertilità sono: l’età della donna la riserva ovarica, la durata della sterilità, il peso, l’alcool, la caffeina, il fumo, l’assunzione di farmaci, l’alimentazione e il momento in cui avviene il rapporto sessuale.

L’età della donna è uno dei principali limiti alla fertilità, basta considerare che dopo i 35 anni la possibilità di concepire è meno del 50% rispetto alle coppie con donne di età inferiore. Con l’aumentare dell’età, infatti, la funzionalità ovarica si riduce, mentre aumenta il rischio di aborti spontanei.

Determinare la durata della sterilità è utile per evidenziare la capacità produttiva di una coppia. Se la condizione di sterilità dura a lungo la prognosi riproduttiva risulta negativa.
L’ovaio contiene un numero finito di ovociti che col trascorrere degli anni inevitabilmente si riduce. Alla riduzione del numero degli ovociti si può anche associare una minor qualità della riserva ovarica. Quest’ultima, infatti, può essere influenzata da un’età riproduttiva avanzata, ridotto patrimonio follicolare congenito e problemi causati da infezioni, interventi sull’ovaio, stile di vita, fumo ed endometriosi.

Se si desidera avere un figlio è molto importante tenere sotto controllo il peso, evitando situazioni di sovrappeso o sottopeso. Un’alimentazione non adeguata, infatti, può comportare un’ovulazione insufficiente a permettere l’inizio di una gravidanza.
Anche l’alcool, la caffeina e il fumo, come il peso, incidono negativamente sulla fertilità sia maschile che femminile. E’ stato dimostrato che l’assunzione di alcolici riduce la capacità di concepimento in quanto può bloccare l’ovulazione.

Per quanto riguarda l’uomo, invece, il consumo di alcool può ridurre il numero di spermatozoi e la loro mobilità. Questo avviene perché l’alcool blocca l’assorbimento dello zinco che è necessario per la produzione dello sperma.
Anche il fumo crea problemi per l’assunzione dello zinco in quanto nell’organismo si viene a creare un alto livello di cadmio che ne ostacola l’assorbimento.
Per quanto riguarda la caffeina, invece, non solo può provocare ritardi al concepimento, ma aumenta anche il rischio di aborto spontaneo.

Se si assumono dei farmaci è importante chiedere un consiglio al proprio medico. Alcuni farmaci, purtroppo, possono abbassare il numero di spermatozoi oppure provocare difetti al futuro nascituro. E’ molto importante anche verificare di essere immuni alla rosolia e avere una corretta alimentazione.

Anche il momento in cui avviene il rapporto sessuale incide notevolmente sulla possibilità di concepimento. Non tutti i giorni si è fertili e avere rapporti sessuali ogni due giorni aumenta notevolmente le possibilità di concepire.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Fecondazione assistita

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *