Malore post parto, per la Procura è omicidio colposo

Scritto da
malore-post-parto-omicidio-colposo

Martedì 4 ottobre 2016 – Firenze. Una giovane donna di 36 anni, Annalisa Casali, è morta dopo aver dato alla luce il suo bambino attraverso parto naturale.

Morte post parto: le cause sono ancora un mistero

Nessuno ancora riesce a scoprire cosa abbia provocato il decesso di una giovane mamma, ricoverata all’Ospedale Careggi di Firenze e colpita da un malore dopo la nascita del suo primo figlio, avvenuta in modo naturale. Secondo quanto riferito dal quotidiano La Nazione, a determinare la morte di Annalisa sarebbe stata la rottura della milza, una complicazione dovuta probabilmente alle ultime fasi del travaglio. Dopo l’asportazione d’urgenza dell’organo, la donna è stata colpita da arresto cardiaco e sono stati vani i tentativi di rianimarla.

Morte post parto: la procura indaga per omicidio colposo

Nel frattempo, l’Assessore Regionale alla Salute, Stefania Saccardi, ha riferito che è stata immediatamente aperta un’indagine per fare chiarezza su questa tristissima vicenda e dare delle risposte ai familiari della donna. Da ciò che è emerso finora, tuttavia, sembra che l’evento non sia legato al parto: sarà fondamentale chiarire se Annalisa Casali soffriva di un problema di salute ignorato precedentemente, oppure se le manovre del parto hanno in qualche modo provocato i danni che hanno portato alla sua morte. Gli accertamenti stanno proseguendo e per il momento restano dei dubbi sulle responsabilità e le dinamiche correlate al decesso della donna.

Categorie dell'articolo:
Notizie dal mondo · Post parto · Travaglio e parto

Commenti

  • Una tragedia enorme.

    Sara Sini Sara Sini 5 ottobre 2016 18:34 Rispondi
  • Poverina

    Paola Ferrua Paola Ferrua 5 ottobre 2016 18:34 Rispondi
  • Non si può morire così!!

    Barbara Rotondi Barbara Rotondi 5 ottobre 2016 18:35 Rispondi
  • Non è concepibile come non lo è che i bambini prendano infezioni in sala parto!

    Francesca Leto Francesca Leto 5 ottobre 2016 18:36 Rispondi
    • Le infezioni sono cosa inevitabile se la mamma non ha effettuato tutti i test e preso relative misure di contrasto contro banali batteri che vivono naturalmente nell’intestino. Con il parto ci possono essere molte complicanze, è una cosa difficile da affrontare, non una passeggiata di salute, e poi non siamo macchine…. purtroppo ci saranno ancora molte donne in futuro che avranno questa sfortuna

      Stella Meneghini Parigi Stella Meneghini Parigi 5 ottobre 2016 23:15 Rispondi
  • Non si può adesso che abbiamo tutto . Morire di parto . E na schifezza

    Ico Roberta Di Domenico Ico Roberta Di Domenico 5 ottobre 2016 18:41 Rispondi
  • Io sono dell idea che Nn dovete mettere queste notizie perché già la paura e l ansia è tanta poi guardare queste notizie mi sale ancor di più e mi spiace tanto per questa mamma !!! Nn è giusto morire ancora di parto

    Lucia Redavid Lucia Redavid 5 ottobre 2016 18:44 Rispondi
    • Sono dell’idea che è inutile dire di non pubblicare certe notizie (non mi riferisco solo al tuo commento ma leggo spesso questo genere di commenti) perché allora nn dovremmo accendere neanche la tv visto che ne stanno parlando da ieri..

      AngeloeMarika Accettura AngeloeMarika Accettura 5 ottobre 2016 18:53 Rispondi
    • AngeloeMarika Accettura ma io sono una persona ansiosa e quando sento queste cose in TV giro subito mi spiace dire certe cose ma capisci anche me

      Lucia Redavid Lucia Redavid 5 ottobre 2016 19:10 Rispondi
  • Ragazze un bacio a tutte, lascio la pagina , visto che tra due mesi devo partorire, prendetemi per vigliacca o quello che volete, ma non me la sento di leggere queste cose, con tutto il rispetto per la vita e la famiglia di questa giovane mamma❤

    Giovanna Traino Giovanna Traino 5 ottobre 2016 18:50 Rispondi
    • Hai ragione ti capisco anch io tra un po partorisco e sentire e vedere queste mi fanno venire ansia

      Lucia Redavid Lucia Redavid 5 ottobre 2016 18:51 Rispondi
    • Cq in bocca a lupo cara a te e il tuo bimbo

      Lucia Redavid Lucia Redavid 5 ottobre 2016 18:52 Rispondi
    • No ma non è cattiveria, è che già sono in ansia e ne penso di tutte di più, non mi sento di leggere queste cose, anche se poi so che le cose vanno sempre come il destino decide

      Giovanna Traino Giovanna Traino 5 ottobre 2016 18:53 Rispondi
    • Anche a te cara!!! In bocca al lupo!!!!

      Giovanna Traino Giovanna Traino 5 ottobre 2016 18:53 Rispondi
    • Ma chi l ha detto che sei cattiva hai ragione io la penso come te anch io sono ansiosa e ogni giorno penso sempre che mi possa succedere qualcosa al parto quindi ti capisco cq come dici tu siamo in mano del signore

      Lucia Redavid Lucia Redavid 5 ottobre 2016 18:54 Rispondi
    • Io mamma da tre mesi…ho vissuto le vostre ansie preparto…..un grosso in bocca al lupo anche se non ci conosciamo! !!

      Marika Gattei Marika Gattei 5 ottobre 2016 18:56 Rispondi
    • Grazie!!! ❤

      Giovanna Traino Giovanna Traino 5 ottobre 2016 18:57 Rispondi
  • Maro comm s fab

    Maria Minichino Maria Minichino 5 ottobre 2016 20:04 Rispondi
  • Emy Gagliano Emy Gagliano 5 ottobre 2016 22:27 Rispondi
  • Non siamo macchine ed il parto non è una passeggiata di salute. Basta un nulla perché tutto vada storto. Tutta la scenza medica del mondo non limiterà mai il rischio a 0

    Stella Meneghini Parigi Stella Meneghini Parigi 5 ottobre 2016 23:17 Rispondi
  • Micaela Ranucci Micaela Ranucci 6 ottobre 2016 2:07 Rispondi
  • Morire di parto è ancora possibile,purtroppo!Andiamo a partorire in strutture adeguate a risolvere eventuali complicanze!!!

    Luisa Gallarotti Luisa Gallarotti 6 ottobre 2016 9:16 Rispondi
  • Ma perche mettrre questi articoli in uns pagina piena di donne che devono partorire.lo sappiamo che purtroppo succede….ma non postateli qui.fate venire solo una grande ansia

    Loredana Malimpensa Loredana Malimpensa 6 ottobre 2016 13:33 Rispondi
  • Che dolore :'(

    Valeria Di Mauro Valeria Di Mauro 6 ottobre 2016 14:21 Rispondi
  • Patti Alfredo Della Ragione Patti Alfredo Della Ragione 6 ottobre 2016 15:03 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *