Il 40% dei genitori fa solo i vaccini obbligatori

Scritto da
genitori e vaccini obbligatori

In questi ultimi anni sembra che la disinformazione abbia avuto un ruolo determinante sulla scelta di vaccinare o meno i figli in età pediatrica. Ci sono genitori che affermano che i vaccini non siano affatto utili per evitare di essere contagiati da malattie che possono avere decorsi drammatici e altri che affermano esattamente il contrario. Addirittura il 62% dei genitori è convinto che vaccinare i propri figli significhi metterli a rischio di contrarre problematiche serie come ad esempio l’autismo.

Il 40% dei genitori sceglie solo i vaccini obbligatori

Una recente indagine condotta dal Censis sulla cultura della vaccinazione in Italia, ha messo in luce una situazione assai controversa e confusa sul tema dei vaccini. Solamente lo 0,5% dei genitori non ha fatto somministrare ai propri figli alcun vaccino e ben il 40% ha preferito optare solamente per quelli obbligatori. L’11% dei genitori non ricorda affatto a quali vaccini ha sottoposto i propri figli.

I genitori che hanno completato tutti i cicli di vaccinazioni, compresi i richiami in base all’età dei propri figli, è assai elevata mentre il 24,3% riconosce il fatto di non aver sottoposto i bambini a una o più dosi successive alla prima. Dal medesimo studio si evince che i genitori che hanno un’età maggiore compresa fra i 46 e i 55 anni, hanno la tendenza a far completare ai figli tutte le dosi mentre i genitori più giovani a quanto pare sono molto più distratti e si dimenticano le somministrazioni. Sempre parlando in termini di percentuali, il 71% dei genitori è fermamente convinto che attualmente i vaccini siano molto sicuri poiché più avanzati tecnologicamente.

I genitori credono di essere informati sui vaccini, ma non è così

Questo studio sui vaccini è stato condotto dal Censis fra i genitori aventi un’età compresa fra i 18 e i 55 anni con figli da 0 a 15 anni. Tre genitori su quattro hanno affermato di essere molto informati sui vaccini da effettuare in età pediatrica ma poi all’atto pratico si è scoperto che meno del 6% è informato che attualmente i vaccini obbligatori siano quattro ovvero antitetanica, antidifterica, antiepatite virale B e antipoliomielitica

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Salute del bambino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *