Curiosità e domande da mamma: i consigli dell’ostetrica

Scritto da
info@maternita.it'
  • Il 24 Novembre ho fatto il vaccino per la rosolia. Adesso trovo pareri contrastanti circa i tempi di un possibile concepimento. Quanto devo aspettare? Sono molto confusa. Grazie per avermi letta.

Carissima,

i testi ci suggeriscono di aspettare 3 mesi dalla vaccinazione per iniziare la ricerca di un bambino, sicuramente sarà un periodo forse di smodata cautela, ma è meglio non intercorrere rischi data la virologia di tale virus.

Anzi è molto importante fare il vaccino prima dell’instaurarsi di un concepimento in quanto, se presa in gravidanza la Rosolia, soprattutto nel primo trimestre, può essere molto pericolosa e può portare alla CRS (Sindrome della Rosolia Congenita), che può danneggiare il bambino.

Pertanto è stata un ottima scelta quella di effettuare tale vaccino, ma per iniziare la ricerca di una gravidanza ti consiglio di aspettare ancora un po’ di tempo.

  • Buongiorno ho fatto la mia prima ecografia a 21 giorni dal concepimento, l’ecografia ha constatato la camera gestazionale e due raccolte ematiche, la diagnosi è che al 95% la gravidanza sarebbe terminata. Sono passati diversi giorni e sto attendendo, non ho alcuna perdita e continuo avere i sintomi della gravidanza, che cosa devo pensare?

Carissima,

prima di tutto è sicuramente difficile fare una diagnosi per me attraverso il portale, ti posso dire che in base a quello che mi hai raccontato la presenza di raccolte ematiche non è effettivamente un buon segno per l’evolversi di questa gravidanza. Fai bene ad attendere e se non intercorrono ulteriori sintomi (come il sanguinamento vaginale) ti consiglio di ripetere un dosaggio delle betaHCG e un ulteriore ecografia intorno alle 6 settimane di gestazione, a quest’epoca dovrebbe infatti essere visibile, la camera gestazionale, l’embrione e potrebbe vedersi anche il battito cardiaco; e sarà più sicuro fare una diagnosi.

Consultati comunque certamente con il tuo ginecologo di fiducia, che saprà consigliarti al meglio, nel frattempo ti faccio i miei più cari auguri.

  • Cara Ostetrica, ho letto molto sull’importanza dell’alimentazione in gravidanza, ma mi domandavo per quanto riguarda gli alimenti zuccherati, come bisogna regolarsi? Quale frutta mangiare? Fare qualche strappo con magari delle brioches al cioccolato è possibile?

Carissima,

hai ragione nel dire che durante la gravidanza l’alimentazione è molto importante, per quanto riguarda gli alimenti zuccherati, il consiglio che mi sento di dare e quello di limitare gli zuccheri semplici (lo zucchero bianco, le bevande dolci e i prodotti di pasticceria) e dare magari più spazio al consumo di zuccheri complessi, cioè i carboidrati come il pane e la pasta, che fanno aumentare la glicemia nel sangue in maniera più lenta.

Nelle donne predisposte geneticamente, ma non solo, una dieta ricca di zuccheri facilità l’insorgenza del diabete cosi detto “gestazionale” , che in gravidanza è pericoloso in quanto si associa ad un elevato rischio di complicanze ostetriche e perinatali, pertanto è molto importante il controllo dell’andamento della glicemia durante la gravidanza.

La voglia di dolce potrebbe essere soddisfatta mangiando frutta (limitando uva, kaki, banane perché molto zuccherine); se non si hanno particolari problemi con la glicemia, un dolce (e quindi si anche un bel croissant al cioccolato) e gli altri alimenti che contengono zuccheri semplici si possono consumare tranquillamente, ma sempre con moderazione.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Curiosità

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *