Curiosità e domande da mamma: i consigli dell’ostetrica

Scritto da
info@maternita.it'
  • E’ vero che è meglio ricevere un “taglietto” per aiutare il bambino a nascere invece che rischiare una lacerazione? A breve arriverà il mio momento e mi hanno paventato la cosa, ho tanta paura!

Cara futura mamma,

l’episiotomia ovvero l’incisione chirurgica del perineo fatta in anestesia locale, che viene eseguita al fine di allargare il canale del parto e favorire la fuoriuscita della parte presentata, è una pratica che oggi si utilizza molto meno che in passato, quando invece veniva fatta di routine, e solitamente viene praticata solo quando è estremamente necessaria, come suggerisce l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Solitamente l’episiotomia è indicata quando:

  • C’è una sofferenza fetale ed è necessario velocizzare il parto;
  • La testa del bambino è troppo grande e si cerca di non intercorrere in lacerazioni più severe come quelle di III e IV grado;
  • Ci si trova di fronte a un parto podalico o a un parto operativo;
  • Le spalle del bambino sono bloccate.

Ti suggerisco di stare comunque tranquilla, perché al momento del parto l’ostetrica ti consiglierà tecniche, posizioni e ti guiderà nell’espulsione della testa in modo da far adattare i tessuti e non farti lacerare.

  • Ho partorito 10 giorni fa e il moncone ombelicale di mia figlia non è ancora caduto! Sono un po’ preoccupata, che sia colpa mia? Cosa devo fare?

Cara mamma,

il tempo necessario alla caduta del cordone ombelicale va di media dai 7 ai 10 giorni, parlo di media perché c’è a chi cade prima e a chi un po’ dopo; perciò nel tuo caso siamo ancora nei tempi fisiologici della mummificazione del cordone.

La cosa importante è sempre quella di tenerlo pulito e prevenire le infezioni, occorre disinfettarlo e tenerlo asciutto e medicarlo un paio di volte al giorno; sicuramente alla dimissione ti avranno spiegato queste pratiche.

Si suggerisce di disinfettare la base del cordone con acqua ossigenata, asciugarla e lasciarlo avvolto in una garzina per tenerlo più asciutto possibile; c’è chi suggerisce anche l’utilizzo di alcol denaturato o zucchero salicilato al fine di velocizzare l’essiccazione.

Se ti fa stare più tranquilla chiedi anche consiglio al tuo pediatra di fiducia e anche in base alla medicazione che già stai effettuando ti sarà indicare se e cosa e necessario utilizzare per la medicazione della tua bambina.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Curiosità

Commenti

  • Ciao! Posso andare in pronto soccorso se la tessera sanitaria e in pratica al ASL? Io sono rumena,ma mio marito lavora in Germania e paga le tasse la, siamo rezidenti in Italia da 2012. Grazie!

    popescucristinamaria12@yahoo.com' Cristina 14 gennaio 2016 12:03 Rispondi
    • Cara Cristina,
      la nostra ostetrica si occupa di temi riguardanti la maternità e la gravidanza, per questo motivo non potremmo essere esaustivi sull’argomento, ti consigliamo di rivolgerti a qualcuno di più esperto in tale settore.

      Team Maternita.it

      info@maternita.it' Redazione 14 gennaio 2016 12:21 Rispondi
  • Buongiorno,ho fatto la mia prima ecografia a 21 giorni dal concepimento,l ecografo ha constatato la camera gestazionale e due raccolte ematiche ,la sua diagnosi che al 95% la gravidanza sarebbe terminata…sto attendendo…ma sono passati dieci giorni e non ho alcuna perdita e tutti i sintomi gravidici…forti nause..cosa devo pensare…grazie

    Mtarca@yahoo.it' Mara 16 gennaio 2016 10:17 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *