Come appare il bambino appena nato?

Scritto da
staff@maternita.it'

Dopo nove mesi di immersione nel liquido amniotico e diverse ore di travaglio, il bambino appena nato non ha di certo un bell’ aspetto: per fortuna, non c’è nulla di cui preoccuparsi! Dopo qualche settimane o qualche mese, le condizioni di cui parleremo spariranno senza ulteriori problemi: vostro figlio sarà bellissimo!
Vediamo alcune delle più famose problematiche che il bimbo ha dopo il parto:

TESTA A CONO
La testa, dopo la nascita, è la parte più grande del corpo: la sua circonferenza è, addirittura, pari a quella del torace. Passate due settimane, per fortuna, la differenza tende a venire meno. Ma perchè accade ciò? Durante la gravidanza, la testa del bambino tende ad adattarsi all’utero materno, assumendo anche una strana forma “a cono” o magari formando un bozzo che, normalmente, tende a sparire dopo qualche giorno dal parto.
I primi capelli sulla testolina del vostro bambino saranno molto diversi rispetto quelli che cresceranno in seguito. Ovviamente non è uguale a tutti i bimbi: alcuni sono privi di capelli, altri ne hanno molti, ma in tutti i casi si tratta di capelli sottili e pronti a cadere, per dare spazio a quella che sarà la reale capigliatura di vostro figlio. Il passaggio sarà graduale: spesso non ve ne accorgerete nemmeno.

VERNICE CASEOSA
La vernice caseosa è una sostanza che ricopre la pelle del bambino e consente di proteggerlo durante i nove mesi di immersione nel liquido amniotico. Se il bambino nasce prima del termine avrà più vernice caseosa mentre per i piccoli che nascono dopo il termine ultimo del parto la sostanza caseosa si può ritrovare solo in qualche piega della pelle.

LANUGINE
Come la vernice caseosa anche la lanugine, una leggera peluria che ricopre i piccoli, è più abbondante e duratura nei bambini prematuri, ma tende a scomparire nel giro di poche settimane.

VOGLIE
Nei neonati si possono notare dopo il parto delle macchie rossastre sul viso o alla base della nuca oppure macchie grigio – bluastre sulla schiena, natiche, braccia o gambe. Questi angiomi sono un po’ lenti a sparire: di solito, scompaiono dopo il quarto anno d’età. Gli emangiomi, invece, definiti anche voglie di “fragola”si schiariscono pian piano, fino a diventare invisibili. Le macchine “caffe e latte”, invece, possono essere presenti in qualsiasi parte del corpo e tendono a non sparire. Per fortuna, però, non sono molto evidenti.

GONFIORE DEI GENITALI
Si verifica sia nei maschi, sia nelle femmine: frequente è il fenomeno delle mammelle gonfie con la secrezione di un liquido bianco, definito “latte della strega”. Nelle bambine possono verificarsi anche delle perdite vaginali, a volte biancastre, a volte con sangue. Questi fenomeni del tutto normali sono dovuti agli ormoni materni.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Travaglio e parto

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *