Obbligo dei vaccini: è caos nelle scuole

Scritto da
obbligo dei vaccini scuola

Caos nelle scuole. Al suono della campanella in tutti gli istituti di ogni ordine e grado, a regnare sovrana è la confusione per lobbligo dei vaccini.

Diversi sono stati i casi di bambini che sono dovuti tornare a casa perché non in regola con la documentazione o con i vaccini obbligatori.

Da Pordenone a Milano, i bambini non entrano in classe

All’Istituto comprensivo di Pasiano (Pordenone) un bambino non si è potuto sedere al suo banco perchè i genitori non avevano prodotto la documentazione che attesta le avvenute vaccinazioni obbligatorie. A Milano invece i genitori “no vax” di un bambino di tre anni hanno chiesto l’intervento dei Carabinieri che, preso atto della situazione e attenendosi alla norma, non hanno potuto far altro che attestare che il Dirigente Scolastico, allontanando il bambino, ha posto in essere quanto previsto dal decreto.

Obbligo dei vaccini: Raggi scrive a Lorenzin e Fedeli

Virginia Raggi, sindaco di Roma, ha inviato una lettera alle ministre Lorenzin e Fedeli per far presente la poca chiarezza della norma, affermando che la legge viene applicata in modo difforme tra Comune e Comune, generando non solo caos nelle famiglie ma anche discriminazione.

Come stati i vostri primi giorni di scuola con i vostri bambini? Avete avuto problemi anche voi?

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Commenti

  • Alcuni sono riusciti ad entrare……dicendo che la scuola manderà una circolare interna che farà girare tra le aule! Fanno bene almeno non si crea quella ressa all’ingresso.

    Veronica Di Bella Veronica Di Bella 13 settembre 2017 19:54 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *