La Nanna: l’importanza del Giusto Rituale

Scritto da
Il rituale della nanna Johnson & Johnson

Noi mamme siamo perseguitate da un grosso problema: la mancanza di sonno. Sempre affaticate, trafelate tra mille cose da fare, siamo spesso stanche, e non sempre possiamo ricaricarci di notte. Eh si, perché la notte abbiamo un altro grosso problema da affrontare il di lui, o di lei, sonno.

Non c’è mamma, che io abbia incontrato, che non mi abbia confidato come siano stati complicati i primi anni. Quante volte si sia arresa all’evidenza: sti bimbi, a farli dormire, ci vuole un miracolo!

Io faccio parte di queste mamme. Per questo motivo, sono stata assai felice di presenziare ad una giornata dedicata al Rituale della Nanna, organizzata dalla Johnson’s.

Chiaro, non mi aspettavo miracoli. Nessuna bacchetta magica. Eppure, posso assicurarvi che gli spunti ed i confronti della giornata, sono stati molto interessanti. Ho potuto ascoltare i pareri di un’ostetrica e di una musicoterapista. Ho potuto beneficiare dei punti di vista di altre mamma (tra le quali Elena Santarelli, mamma bis da sei mesi). Tutte, ma proprio tutte, avevamo bisogno di consigli e confronti.

elena-santarelli-per-johnson-johnson-dolci-notti

La Routine della Nanna è un momento importante per il bambino: una serie di gesti, rassicuranti e familiari, lo aiuteranno a capire che comincia il momento della nanna, e diventeranno dolce memoria per il futuro. La Routine è importante per noi mamme: perché abbiamo bisogno di gesti che scandiscano la giornata, e ci sollevino da improvvisazioni che potrebbero sortire effetti contrari. E i papà? Importante anche per loro, che saranno coinvolti in un momento di interazione ed intimità, e saranno di supporto nella gestione dei piccoli. Una Routine consolidata viene suggerita anche dal 95% dei pediatri.

il-rituale-della-nanna-linea-johnson-johnson-dolci-notti

Il Rituale della Nanna proposta dalla Johnson’s si avvale di tre momenti. A questi momenti sono associati i prodotti della Linea Dolci Notti (parte integrante della routine della nanna), in virtù delle delicate essenze ad effetto rilassante, che particolarmente si addicono alla nanna.

  1.  Il Bagnetto. Fase iniziale intima, ma anche divertente, che riconduce il piccolo a quel dolce galleggiare, sperimentato già nel ventre materno. In questa fase, si consiglia l’utilizzo di Johnson’s® Dolci Notti Baby Bagno. Ipoallergenico, come il resto dei prodotti della stessa linea, e dermatologicamente testato, è caratterizzato da una delicata fragranza.  Alcuni studi hanno dimostrato che i bambini che fanno il bagnetto con un prodotto profumato prima di andare a letto, piangono il 25% in meno di quelli che fanno il bagnetto con prodotti senza profumo.
  2.  Massaggino. Dell’arte del massaggio, soprattutto le ostetriche, sostengono i benefici. E’ un momento di intimità, ma anche quello in cui, i bimbi piccoli percepiscono di essere cosa diversa dalla mamma: scoprono i propri piedini, le proprie gambine, le manine e così via. Per questa fase, si consiglia l’uso di Johnson’s® Dolci Notti Baby Olio che, con la sua piacevole fragranza,  genera maggiore rilassatezza e richiama familiarità. Profumi piacevoli e familiari possono far sentire il bimbo felice e rilassato, e stimolarlo nell’umore e nelle emozioni.
  3.  Momento del Relax. Molte di noi usano canzoncine, filastrocche, ma non tutte sanno come possano essere utili anche suoni provenienti da oggetti comuni. Una bottiglietta di plastica riempita di acqua, o un barattolino con dei ceci, o dei sassolini possono riprodurre suoni rilassanti, come le onde del mare, il dolce suono della pioggia. Questo relax accompagna ad una certezza:  siamo all’ultima fase della giornata. Ora, si cede, dolcemente, alla nanna.

il-rituale-della-nanna-linea-dolci-notti-johnsons-baby

Se tutto questo non funziona, dobbiamo fare attenzione a tre importanti fattori: Temperatura, Luce e Superficie. Mai stanze troppo calde. Mai luci accese durante la notte (salvo quelle piccoline). Mai cuscini o letti troppo soffici.

Il Rituale della Nanna della Johnson’s è stata testata su più di 400 mamme (e relativi bimbi). Questi i risultati: i bimbi si addormentano il 37% più velocemente; si svegliano con la frequenza del 38% in meno; dormono fino ad un’ora di più; si svegliano in modo migliore.

Spero che questo piccolo vademecum possa essere utile anche per voi. Non rimane che provare,  e fare sogni d’oro. In bocca al lupo per questa notte!

 

Categorie dell'articolo:
Cura del bambino · Shopping · Tutto per il bebè

Commenti

  • Roberta Vendemiati

    Stefano Gregnanin Stefano Gregnanin 4 ottobre 2016 11:31 Rispondi
  • Roberta Calce Edy Karol

    Mara Rana Mara Rana 4 ottobre 2016 18:11 Rispondi
  • Peccato che i prodotti jhonson siano stati dichiarati altamente tossici! Sconsiglio l’uso ma lo spunto può essere valido

    Monique Franco Monique Franco 4 ottobre 2016 19:40 Rispondi
    • Cara Monique, a noi risulta che Johnsons non abbia mai fatto uso di sostanze nocive come parabeni, ftalati e triclosano, solo per citarne alcune. Ma si può trovare all’utile sito Bufale.net una falsa notizia allarmistica, diffusa impropriamente, che non ha nulla a che vedere con la realtà della marca.

      maternita.it maternita.it 4 ottobre 2016 20:43 Rispondi
    • Fa parte di una multinazionale che non amo particolarmente avendo anche avuto in passato reazioni allergiche al prodotto consiglio vivamente di controllare e verificare

      Monique Franco Monique Franco 4 ottobre 2016 21:50 Rispondi
    • Ci spiace molto… Purtroppo sulle reazioni allergiche, nemmeno le cose più naturali del mondo, come il polline, sono tollerabili 🙂

      maternita.it maternita.it 4 ottobre 2016 21:57 Rispondi
  • Ciro Mazzoli leggi…a parte l’uso dei prodotti…

    Laura Mas Laura Mas 4 ottobre 2016 21:19 Rispondi
  • Fabio Bianchin

    Giulia Bordin Giulia Bordin 5 ottobre 2016 12:07 Rispondi
  • Rituale …speriamo funzioni!!!

    Imma Graziano Imma Graziano 5 ottobre 2016 15:40 Rispondi
  • E vero che siamo stanche ma dopo una giornata faticosa vederli dormire come angioletti sono loro il nostro miracolo

    Emanuele Emanuela Savarino Brunetto Emanuele Emanuela Savarino Brunetto 5 ottobre 2016 19:24 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *