Vita di campagna coi bambini: quali pro e contro?

Scritto da
vita-di-campagna-pro-e-contro-bambini

La vita di campagna è adatta veramente a tutti? Se state pensando di cambiare vita e andare a vivere in campagna con i vostri bimbi, è bene valutare tutti i pro e i contro di questa decisione.

Vita di campagna coi bambini: perché sì

Vivere in campagna porta tantissimi benefici a grandi e piccini. Innanzitutto il contatto con la natura aiuta l’uomo a vivere in armonia con tutto ciò che lo circonda e il rapporto con gli animali è in grado di riportare i bambini in uno stato di benessere interiore. Questo stato di tranquillità favorisce anche le relazioni sociali e la voglia di stare insieme. Anche da un punto di vista prettamente fisiologico, la campagna ha tanto da offrire. La vita contadina, infatti, prevede orari diversi da quelli frenetici della città, che nulla hanno a che fare con il ciclo fisiologico dell’essere umano. Vivendo in campagna l’organismo si sincronizza con i ritmi dettati dalla natura e tutto il fisico ne trae grande beneficio. La coltivazione dei prodotti della terra, inoltre, consente ai bambini un’alimentazione più sana e li guida verso una dieta corretta in cui sono presenti frutta e verdura, cibi che spesso mancano nella dieta cittadina. Per di più, in campagna, i bimbi vivono in una dimensione più libera e genuina, sia da un punto di vista fisico che psicologico.

Vita di campagna coi bambini: perché no

La campagna non è solo benessere: chi è abituato a vivere in mezzo al caos cittadino e ama la socialità, potrebbe soffrire di solitudine e vedere l’ambiente che lo circonda come una minaccia e non come una risorsa. Così come la città, inoltre, anche la campagna ha i suoi pericoli. I più piccoli, ad esempio, potrebbero venire a contatto con piante irritanti o velenose e animali pericolosi (come vipere o parassiti). Spesso, poi, interviene anche un problema logistico: la distanza con le scuole e tutte le altre attività (negozi, uffici, ospedali, etc.) potrebbe interferire con la vostra quotidianità e con quella dei vostri figli. Quindi, mettendo sulla bilancia tutti i pro e i contro, voi cosa fareste?

 

Condividi il post:
Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Cura del bambino

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *