La top 5 delle cose assurde post parto

Scritto da
5 cose assurde che capitano post parto

Già durante i nove mesi sentivate di non essere più quelle di una volta: ma se credevate che il vostro periodo assurdo fosse terminato con la gravidanza, dopo la nascita del bebè ne inizierà un altro ancora più folle!

La vita dopo il parto: la stranezza diventa routine

Il post parto è quel periodo che va dal momento in cui siete diventate mamme a sei mesi, un anno o anche tre dopo il parto: dipende tutto da voi e dalla vostra capacità di recupero! Alcune si riprendono subito, altre fino all’arrivo del secondo figlio e altre ancora finché il loro bimbo non abbia iniziato ad andare in asilo. In questo lunghissimo, e a volte interminabile lasso di tempo, vi capiteranno cose assai strane ma niente paura: un po’ tutte le mamme ci sono passate e qualcuna di noi ancora gira per casa chiedendosi se sia il momento buono oppure no per farsi una doccia…

La vita dopo il parto: le cose più assurde

  1. Mangiare sedute a tavola, come la gente normale. Ricorderete con le lacrime agli occhi che cosa significhi un pranzo decente, il piacere di sedersi e mangiare “solo” con le vostre posate, assaporando un pasto caldo che non abbia l’odore di liofilizzato.
  2. Praticare inconsapevolmente il no poo. Pare che non lavarsi i capelli per settimane li renda splendidi e molte star di Hollywood praticano il no poo (letteralmente “niente shampoo”) con grande orgoglio. Adesso anche voi potrete unirvi al coro e sentirvi delle celebrity.
  3. Assicurarsi che il nostro bambino respiri. Più o meno tutte le mamme lo fanno (ovviamente senza farsi vedere da anima viva) e noi pure: se il bambino dorme più del dovuto o dorme e basta, ci avviciniamo e controlliamo se sta respirando.
  4. Sentire “le voci”. Sta piangendo, Si è svegliato, Mi chiama: quante volte ci sarà capitato di correre nella sua cameretta pensando che ha bisogno di noi e scoprire che invece dorme beato o si fa i fatti suoi
  5. Preparare tutto l’occorrente per la passeggiata col bebè. Portare nostro figlio ai giardinetti dietro casa richiede una lunga preparazione e solo dopo mesi di duro allenamento saremo in grado di abbattere i nostri “tempi”: circa 2 ore per vestire nostro figlio e preparare la borsa/trolley con l’occorrente per stare fuori di casa mezz’ora (salviettine, pannolini, spray nasale, cremine varie, giocattoli, etc.), dai 2 ai 5 minuti per infilarci le scarpe e metterci la prima maglietta che non sia macchiata di schifezze.

Queste sono solo alcune delle cose più stravaganti che in genere capitano alle neomamme, ma la lista potrebbe proseguire all’infinito: voi cosa aggiungereste?

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Post parto

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *