Scuole, mensa sospesa: ci pensa l’Oca Ciuca!

Scritto da
Oca Ciuca offre il pranzo ai bambini senza mensa

Scuole elementari di Vigevano: i bambini senza mensa!

Gli ultimi giorni di scuola sono sempre una corsa contro il tempo. E gli imprevisti possono essere all’ordine del giorno. È quanto è successo nelle scuole primarie di Vigevano, dove, per l’ultima settimana di scuola (dal 1° all’8 giugno) i bambini sono rimasti senza mensa.

A causa di una difficoltà di comunicazione interna al Municipio, infatti, si è verificato un bel problema per le famiglie che non sanno come far mangiare i propri bambini. Dai dirigenti scolatici sono arrivate due soluzioni: o portare i bambini a casa per pranzo, o consumare a scuola un pranzo al sacco preparato dai genitori.

Il ristorante “Oca Ciuca” interviene in aiuto dei bambini

Ma una terza soluzione è giunta dalla titolare dell’Oca Ciuca, un ristorante di Via XX Settembre. Come spiega la stessa proprietaria, Fulvia Legnazzi: «Per ogni coppia che ha prenotato una cena da noi, abbiamo assicurato il pranzo sino alla fine delle lezioni a un alunno delle due scuole più vicine al ristorante (le primarie “Regina Margherita” e “Vidari”). L’idea è frutto di collaborazione: io faccio da mangiare, i bambini non hanno la mensa, i bambini devono mangiare e così è nato tutto. Una cena prenotata da una qualunque coppia di miei clienti equivale a quattro giorni di pranzo gratuito per un bimbo, quelli che di fatto restano prima della fine delle lezioni. Gli educatori, previa autorizzazione dei genitori, andranno a prendere i bambini a scuola, e li porteranno qui a mangiare un piatto che specificheremo nella proposta approntata. Un esempio? Pasta al pomodoro e polpette, risotto alla parmigiana, milanese con patate o svizzera di manzo con patatine al forno. Ovviamente con acqua naturale o gasata a volontà e un gelato offerto. Finito il pranzo, gli educatori riaccompagneranno i bambini a scuola. Abbiamo dovuto circoscrivere l’iniziativa alle scuole più vicine per evidenti ragioni di organizzative».

Categorie dell'articolo:
Alimentazione · Notizie dal mondo

Lascia un Commento