Prepararsi psicologicamente al giorno del parto

Scritto da
Prepararsi psicologicamente al parto

Il parto e lo Stato di Grazia

I 9 mesi di gravidanza sono vissuti da alcune donne come un vero e proprio stato di grazia; esse, infatti, riescono ad apprezzare a pieno il miracolo della vita che portano in grembo e si sentono delle privilegiate. Sono fiere di portare a spasso il proprio pancione e hanno saputo accettare con naturalezza le inevitabili trasformazioni del proprio corpo. Per altre, al contrario, il periodo di gestazione può essere una fase della vita particolarmente  difficile a causa del sopraggiungere di complicanze di natura fisica o di un disagio psichico (si pensi ad esempio al sentimento di inadeguatezza o all’incapacità di accettarsi “diverse”) che non consentono loro di godersi in maniera gioiosa il periodo dell’attesa.

Prepararsi psicologicamente al parto

Ad ogni modo tutte le donne incinte (anche le più rilassate), quando stanno per giungere al traguardo, non possono fare a meno di provare un pizzico di paura al pensiero del parto, soprattutto quando si tratta della prima gravidanza. Affrontare ciò che non si conosce, e questo vale per tutti, rappresenta una sfida assai ardua per la quale, spesso e volentieri, ci si sente completamente impreparati. Cosa fare, dunque, per gestire al meglio questa fobia? La parola d’ordine è senz’altro consapevolezza. Prendere atto di quali siano le principali fasi del parto e di come esso si svolgerà (almeno a grandi linee) può essere molto utile per prepararsi psicologicamente al grande giorno. Il web può essere una fonte di informazioni molto preziosa, ma in questa particolare circostanza è sempre bene confrontarsi con degli esperti (il ginecologo, le ostetriche, ecc.)

L’importanza del corso preparto

Una scelta ottimale consiste nel prendere parte a un corso preparto (meglio se organizzato dalla struttura sanitaria dove avrà luogo la nascita del vostro piccolo) in cui sarà possibile apprendere tutto ciò che occorre sapere. In tal modo avrete la possibilità di acquisire le principali nozioni utili per partecipare in maniera attiva al vostro parto e per collaborare proficuamente con ostetriche e medico.

Care future mamme, statene pur certe, una donna consapevole e adeguatamente edotta sarà in grado di tenere testa a tutte le difficoltà nel migliore dei modi.

Categorie dell'articolo:
Travaglio e parto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *