Parto cesareo: perché il papà dovrebbe assistere

Scritto da
parto cesareo papà

Durante il parto è sempre consigliato che le donne siano accompagnate da una persona di fiducia che possa fornirle il giusto appoggio nei momenti più critici. La persona di fiducia può essere la futura nonna, una sorella o il padre del bambino. Nel caso in cui fosse necessario effettuare un cesareo, è consigliabile che assista al parto il padre. Scopriamo assieme perché.

Il momento del cesareo

Non tutti i futuri padri hanno la forza di assistere a un parto naturale o a un cesareo. In questo caso è meglio non tentare di convincerli perché sarebbe solo controproducente. Per la mamma avere il compagno al lato durante il travaglio e il parto è importante: un sostegno morale che infonde fiducia e coraggio in  un momento così delicato.

Non sempre però il padre può stare al fianco della compagna durante il cesareo. È pur sempre un’operazione chirurgica e, in situazioni molto delicate il personale medico non permette a nessuno di entrare. Viene consentito l’accesso a un accompagnatore quando sia il bambino che la mamma stanno bene e non sono previste particolari complicazioni. La persona scelta come accompagnatore non dovrà avere facilmente capogiri o essere particolarmente suggestionabile.

Perché il padre dovrebbe assistere al parto cesareo

Il parto cesareo un po’ spaventa soprattutto quando una donna s’era preparata mentalmente ad affrontare un parto naturale. Per questo avere al fianco il compagno la tranquillizzerà e la aiuterà a sentirsi un po’ meglio soprattutto dal punto di vista psicologico. Dopo il parto, se non insorgono problematiche di varia natura, il bambino viene messo a contatto con la pelle della mamma. È un momento speciale e indimenticabile che anche i padri hanno il diritto di vivere accanto a figlio e compagna.

Non è lo stesso per un padre assistere direttamente alla nascita del figlio e poi stringerlo fra le braccia che vederlo già nato e lavato: è senza dubbio molto più emozionante vivere ogni istante della sua nascita

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Travaglio e parto

Commenti

  • Magari…

    Regina Piscitelli Regina Piscitelli 30 novembre 2017 12:36 Rispondi
  • Verissimo

    Raf E Stè Perrone-Rea Raf E Stè Perrone-Rea 30 novembre 2017 13:00 Rispondi
  • Non sarebbe male

    Rita Altana Rita Altana 30 novembre 2017 13:13 Rispondi
  • Sarebbe una cosa strepitosa

    Paolo Valeria Milazzo Paolo Valeria Milazzo 30 novembre 2017 13:30 Rispondi
  • Il mio c era di tutti e due i bambini… Fantastico!!! Poi diciamo che dato che è un intervento ma anche un lieto evento e x me fondamentale condividere l ansia e la gioia!! A me ha aiutato molto averlo vicino

    Rita Castigliego Rita Castigliego 30 novembre 2017 14:01 Rispondi
  • Ma non li fanno entrare

    Stefania Prinzi Stefania Prinzi 30 novembre 2017 14:10 Rispondi
  • Ma era in sala operatoria con te Mary??

    Sara Uberti Sara Uberti 30 novembre 2017 14:15 Rispondi
  • Se il cesareo è programmato il marito può entrare

    Mary De Caro Mary De Caro 30 novembre 2017 14:21 Rispondi
  • Ah ecco…perché quando è nata Aurora il mio non l hanno fatto venire 🙁

    Sara Uberti Sara Uberti 30 novembre 2017 14:22 Rispondi
  • Anche io con gli altri 2 non l’hanno fatto entrare perché non era programmato

    Mary De Caro Mary De Caro 30 novembre 2017 14:25 Rispondi
  • Mio marito non c’era, e non so cosa avrei pagato per averlo accanto a me, ma ci hanno detto che non era possibile.Leggo che molte di voi hanno avuto questa possibilità. Mi domando allora, perché in alcuni ospedali fanno entrare i mariti e in altri no?

    Anita Nicosia Anita Nicosia 30 novembre 2017 15:36 Rispondi
  • Peccato

    Ilenia Cleo Ilenia Cleo 30 novembre 2017 15:40 Rispondi
  • Ho avuto 2 cesarei avrei voluto la presenza di mio marito in quei casi ma nn è stato possibile…

    Ilaria Luci Ilaria Luci 30 novembre 2017 17:27 Rispondi
  • Anch io l’avrei voluto vicino a me e non capisco perche in certi ospedali si e altri no.e vero che e un operazione ma anche i papa devono assistere uguale .

    Federicaalessio Campisardi Federicaalessio Campisardi 30 novembre 2017 18:41 Rispondi
  • Ho avuto il secondo cesareo il 17 novembre e ho avuto la possibilità di avere mio marito al mio fianco ed è stata un’esperienza indimenticabile a differenza del primo cesareo che aVvenuto con urgenza lho dovuto affrontare sola

    Doriana Torelli Doriana Torelli 30 novembre 2017 20:56 Rispondi
  • Io non lo avuto vicino e mi sentivo male

    Raffaella Miresse Raffaella Miresse 30 novembre 2017 21:07 Rispondi
  • Anch’io ho avuto due cesarei ma purtroppo non lo hanno fatto entrare, mi sarebbe piaciuto averlo vicino in quei momenti di ansia gioia e tutte le emozioni che ho provato in una volta.

    Patrizia Cld Patrizia Cld 30 novembre 2017 21:33 Rispondi
  • Avrei pagato qualunque cifra pur di avere mio marito in sala parto durante i cesarei

    Kia Retta Kia Retta 30 novembre 2017 21:55 Rispondi
  • Io ho avuto pure il Cesario e fortunatamente mio marito ha assistito è stato bellissimo avere il suo supporto.

    Fessina Maria Fessina Maria 30 novembre 2017 21:58 Rispondi
  • Avrei voluto averlo accanto a me in quel drastico momento.

    Samantha Grandi Samantha Grandi 1 dicembre 2017 16:14 Rispondi
  • Infatti e molto importante!!!! Peccato x una mamma che fa 2 cesari

    Azzurri Verde Azzurri Verde 1 dicembre 2017 17:52 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *