Metodi contro il singhiozzo dei neonati

Scritto da
singhiozzo dei neonati

Come far passare il singhiozzo dei neonati? È una domanda che la maggior parte dei neo-genitori si pone con preoccupazione. Si tratta infatti di un fenomeno molto comune tra i piccolini, sin dai primi giorni di vita. Si pensa anzi che il singhiozzo possa comparire anche quando il bebè si trova ancora all’interno del pancione della mamma.

Le cause del singhiozzo dei neonati

Il singhiozzo dei neonati generalmente non causa alcuna conseguenza: per lo più compare durante la poppata, oppure subito dopo, soprattutto se il bebè ha mangiato con una particolare avidità. Non mancano tuttavia situazioni in cui compare all’improvviso senza stretta correlazione con l’assunzione del latte.

Tra le cause principali si ha una contrazione involontaria del diaframma, che ancora non è perfettamente formato: con il tempo, ed in particolare dopo il primo anno di vita del bimbo, infatti, il singhiozzo tenderà a sparire. Nei neonati è proprio questa incompleta maturità del tratto gastro-esofageo a produrre un movimento del nervo frenico che causa il singhiozzo.

Il fenomeno è sicuramente accentuato da avidità nel mangiare e dall’assunzione di aria che va a stimolare ulteriormente lo stesso nervo frenico. Inoltre anche degli sbalzi termici possono indurre un aumento nel singhiozzo dei neonati, come capita talvolta prima o dopo il bagnetto.

Il singhiozzo dei neonati e i possibili rimedi

Esistono alcuni rimedi che possono aiutare a far smettere il singhiozzo dei neonati, sebbene spesso sparisca anche in modo naturale. Ad esempio, è possibile accarezzare delicatamente il nasino del bebè, cercando di farlo starnutire, in modo tale da regolarizzare la contrazione del diaframma.

Se è già iniziato lo svezzamento, è possibile dare al bimbo una piccola quantità di acqua che aiuterà a far sparire il singhiozzo. In generale, è molto importante cercare di calmare l’irrequietezza del neonato in caso di singhiozzo, per fare in modo che le contrazioni non aumentino con conseguente fastidio per il piccolo, rimanendo calmi e continuando a sorridere ad ogni “hic”.

Nella maggior parte dei casi il singhiozzo dei neonati scompare dopo pochi minuti. È bene comunque cercare di evitare che il bebè deglutisca molta aria insieme al latte. Può essere utile di tanto in tanto interrompere la poppata e favorire il ruttino del piccolo. Inoltre, tanta aria potrebbe essere assunta anche durante un lungo pianto: tranquillizzare e calmare il bebè rimane sempre fondamentale.

Categorie dell'articolo:
Disturbi

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *