Influenza in gravidanza? I rischi per il feto e come curarla

Scritto da
influenza gravidanza come curarla

Durante la gestazione può capitare di contrarre l’influenza, soprattutto nel periodo invernale, quando si verifica il picco dei contagi. È necessario dunque sapere come curarla nel modo giusto adoperando farmaci adeguati che non possano in alcun modo ledere la salute del feto.

L’influenza in gestazione

La fase della gravidanza è un periodo molto delicato sia per la mamma in dolce attesa che per il bambino che porta in grembo. Avere un’influenza durante la gestazione è una condizione molto frequente che non deve destare particolare preoccupazione ma che deve essere trattata nel modo adeguato. Il virus influenzale non provoca alcun danno allo sviluppo del feto. Il bambino infatti è ben protetto dalla placenta, che funziona da barriera per i virus a patto che la placenta stessa sia integra e non abbia lesioni serie.

La cosa più problematica da tenere sotto controllo durante l’influenza in gravidanza è sicuramente la febbre. Quando il termometro inizia a segnalare valori superiori ai 38° il corpo automaticamente innalza le sue difese. L’utero potrebbe quindi venire stimolato a contrarsi e se una donna è quasi alla fine della gestazione o in altri casi particolari si potrebbero automaticamente innescare tutti quei processi che si concludono poi con il parto. Se la futura mamma in precedenza ha avuto segnali di un parto prematuro o è in particolari condizioni che già la predispongono a partorire prima del termine, è possibile che la temperatura elevata del corpo faccia nascere il bambino prima del previsto.

Nel momento in cui l’influenza inizia far salire troppo la temperatura e avvertite qualche dolore all’utero, è consigliabile rivolgersi subito al ginecologo di riferimento per evitare qualsiasi complicazione. Nel caso in cui il professionista non sia reperibile, non esitate a recarvi presso il pronto soccorso più vicino.

Influenza in gravidanza: farmaci per curarla e rischi per il feto

Come è noto, durante la gravidanza, bisognerebbe evitare l’assunzione di qualsiasi farmaco a meno che non sia strettamente necessario. In caso però di temperatura particolarmente elevata, diarrea o forte vomito, bisogna correre ai ripari. In commercio esistono farmaci che possono essere assunti sia un gravidanza che durante la fase dell’allattamento. Per evitare ad esempio che si alzi troppo la temperatura corporeo, vanno bene i farmaci a base di paracetamolo ma devono essere rigorosamente somministrati da un medico durante la gravidanza che prima valuterà bene le vostre condizioni di salute. Anche nel caso in cui vogliate ricorrere all’uso di un medicinale da banco per alleviare i sintomi del vomito o della febbre stessa, chiedete sempre il parare di uno specialista per evitare complicazioni di qualsiasi tipo.

È necessario inoltre idratare bene il corpo bevendo acqua ma anche spremute di agrumi, succhi di frutta naturali e tisane. Sforzatevi di mangiare anche se l’influenza vi toglie l’appetito per non perdere troppe forze preferendo cibi freschi e ricchi di vitamine.

Se assieme alla febbre avete anche la tosse, cercate di placarla con il classico aerosol e almeno una volta al giorno bevete un bicchiere di latte caldo con una generosa cucchiaiata di miele.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Disturbi