Inalazione o ingestione di corpo estraneo: cosa fare nei primi 5 minuti

Scritto da
ingestione inalazione corpo estraneo neonato

L’inalazione o l’ingestione di corpo estraneo sono tra gli incubi peggiori di ogni genitore.

Il mio personale consiglio è di seguire sempre un corso di disostruzione pediatrica delle vie aeree, perché è davvero fondamentale conoscere le manovre da utilizzare in caso di emergenza. In ogni caso, vediamo insieme i consigli della rivista online “A scuola di salute” dell’ospedale pediatrico Bambin Gesù.

Inalazione di corpo estraneo: i primi 5 minuti

L’inalazione di piccoli cibi o oggetti può avvenire per sbaglio ed è più frequente in bambini fino a 3 anni di età. L’ostruzione che ne deriva può essere di due tipi: parziale e totale.

Ostruzione parziale

Il bambino può avere tosse, alterazione della voce, difficoltà respiratoria, ma riesce a piangere e a parlare.

  • Non iniziare le manovre di disostruzione pediatrica
  • Mantenere il bambino nella posizione che preferisce, incoraggiandolo a tossire.  
  • Portare il bimbo in pronto soccorso per accertamenti

Ostruzione completa

Il bimbo non riesce a piangere o tossire o parlare e diventa rapidamente cianotico.

  • Contattare subito il 118
  • Iniziare le manovre di disostruzione finché il bambino è cosciente
  • Iniziare le manovre di rianimazione se cardio-polmonare se il bambino perde coscienza.

Ingestione di un corpo estraneo: i primi 5 minuti

Sulla rivista si legge:

L’ingestione di un corpo estraneo è il passaggio di un oggetto indesiderato nelle vie digestive (esofago, stomaco, intestino).

Nella maggior parte dei casi, l’ingestione non presenta manifestazioni cliniche. A volte possono presentarsi sintomi quali: dolore alla deglutizione e salivazione abbondante, rifiuto dell’alimentazione e dolore toracico o addominale.

In questi casi:

  • Non indurre il vomito
  • Non usare pacche dorsali
  • Non inserire le dita nel cavo orale: l’oggetto potrebbe passare dalle vie alimentari a quelle respiratorie complicando la situazione.

Recarsi in pronto soccorso se si presenato dei sintomi o, comunque, in caso di ingestione di:

  • Batteria a bottone
  • Più di un oggetto magnetico
  • Oggetti taglienti o appuntiti
  • Bolo alimentare
  • Oggetti smussi di grandi dimensioni
  • In caso di dubbio sull’oggetto ingerito dal piccolo.

Se hai trovato questo articolo interessante, puoi leggere gli altri articoli per sapere cosa fare in caso di avvelenamento o ferite e traumi nei primi 5 minuti.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Cura del bambino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *