Guidare in gravidanza: cosa fare con cintura e airbag

Scritto da

Garantire la propria sicurezza e quella del bimbo che sta per nascere è fondamentale, anche quando si viaggia in auto. Ma come fare? Infatti secondo la “credenza popolare” è il caso che le donne in avanzato stato di gravidanza non indossino la cintura…ma è davvero giusto fare così?

In realtà cintura e airbag restano fondamentali per salvaguardare la sicurezza di mamma e bambino, per tutti i 9 mesi della gravidanza.

Ma facciamo un passo indietro: c’è la possibilità, per casi particolari, che il ginecologo vi dia un certificato medico (da presentare eventualmente alle forze dell’ordine che possono fermarvi) in cui si dice che la cintura può danneggiare mamma e feto.

Non portare la cintura di sicurezza in gravidanza significa far passare il rischio di morte in incidente d’auto dal 4 al 33%: è ovvio però che la cintura va indossata nella maniera adatta a chi è stato di gravidanza.

Dovete quindi far passare la parte orizzontale sempre sotto al pancione e mai sopra, mentre la parte verticale va passata in mezzo ai seni e oltre la spalla.

Potete anche acquistare un sistema di sicurezza che si chiama Safe Unborn Child, che aiuta la mamma a posizionare la cintura di sicurezza in modo che non vada a infastidirla mentre si trova alla guida.

Altro nodo del contendere è l’airbag: esso è una protezione e quindi non va disattivato, come invece qualcuno suggerisce di fare. Ricordate però che è in grado di fare il suo dovere solo se indossate la cintura, altrimenti diventa pericoloso.

La futura mamma può guidare fino a quando se la sente: praticamente fino all’ultimo giorno. Ma se dovesse sentirsi poco sicura o stanca, non esiti assolutamente a chiedere un aiuto: ricordate che lo stress e l’ansia devono essere assolutamente evitate al nascituro.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Gravidanza

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *