Documenti dei bambini: gli obbligatori e i facoltativi

Scritto da
documenti dei bambini

Una volta fatta la denuncia di nascita si devono produrre poi i documenti utili al riconoscimento del bambino. Alcuni documenti sono obbligatori, altri invece si possono fare solamente in caso di necessità.

Vediamo assieme quali sono i documenti dei bambini indispensabili e come ottenerli.

Documenti dei bambini obbligatori da fare alla nascita

Codice fiscale

Il codice fiscale viene generato dopo la denuncia di nascita. I genitori non devono fare niente al di fuori delle pratiche già sbrigate. Sarà l’anagrafe o il competente sportello dell’ospedale a trasmettere i dati all’Agenzia delle Entrate. I genitori lo riceveranno a casa a circa un mese dalla nascita del bambino. In ogni caso, è sempre bene informarsi presso l’anagrafe del proprio comune di residenza.

Tessera sanitaria

La tessera sanitaria permette all’individuo di accedere al Servizio Sanitario Nazionale (SSN). La prima tessera sanitaria ha validità di un anno anche se non si è iscritti a una ASL. Dopo un anno l’Agenzia delle Entrate invia a casa quella standard della durata di 6 anni. In questo caso, però, per riceverla il bambino deve essere iscritto al SSN.

Quindi i genitori devono iscrivere il piccolo alla ASL e scegliere il pediatra del bambino.

La richiesta può essere effettuata anche senza il codice fiscale del bambino, in quanto si provvede alla verifica di quest’ultimo tramite un software condiviso tra ASL, Comune e Agenzia delle Entrate.

Documenti dei bambini facoltativi

Carta d’identità

Se il bambino deve fare un viaggio (anche senza prendere l’aereo) deve fare la carta d’identità, che da 0 a 3 anni ha validità 3 anni. Successivamente e fino alla maggiore età di nostro figlio la durata sarà di 5 anni.

Per la carta d’identità, qualora sia la prima, è necessario che entrambi i genitori vadano in anagrafe in compagnia del minore portando:

  • tre fototessera a capo scoperto e con le orecchie visibili, uguali e recenti (non devono essere più vecchie di 6 mesi).
  • Se uno dei genitori non può presentarsi allora il genitore che si presenta in anagrafe deve avere il proprio documento, l’atto d’assenso del genitore assente e copia del documento d’identità di quest’ultimo.

Passaporto

Il passaporto serve per viaggi in paesi al di fuori dell’Unione Europea. Il sito della Polizia di Stato fornisce tutte le informazioni necessarie su come ottenerle, ve le riportiamo in breve:

  • Modulo della richiesta di passaporto
  • Documento valido del minore (o autocertificazione)
  • 2 fototessera identiche e recenti
  • Marca da bollo da 73,50 €
  • Versamento di 42,50 € a nome del minore, mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro.
    La causale è: “Importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Check list

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *