Come dare le medicine ai bambini? Qualche segreto

Scritto da
come dare le medicine ai bambini

Chiunque abbia dei figli sa bene quanto sia difficile somministrare loro pasticche e sciroppi prescritti dal pediatra. Con le pomate la questione è più semplice: basta applicarla con un massaggio dolce sulla parte da trattare e il bambino non opporrà alcuna resistenza.

Come dare le medicine ai bambini?

Come fare dunque per dare le medicine ai bambini senza ogni volta dover assistere a pianti disperati o dover rincorrerli per tutta la casa senza poi peraltro riuscire a fargli bere lo sciroppo? Ecco a voi qualche trucco semplice da mettere in pratica ma efficace. Non tutti i bambini sono uguali e quindi, alcuni consigli potrebbero funzionare con qualche bambino e altri meno a seconda del loro modo di essere. Potete sempre provarli tutti prima di stabilire quale sia il più efficace con vostro figlio.

1)      Siringa dosatrice. Spesso i medicinali liquidi per bambini vengono forniti assieme a una siringa dosatrice. Fateglieli bere direttamente dalla siringa: alcuni trovano la  cosa divertente.

2)      Miscele gustose. Versate in un bicchiere poco succo di frutta, aggiungete lo sciroppo, mescolate bene e poi datelo al bambino.

3)      Regalo. Promettete di dare una caramella o un cioccolatino dopo aver preso la medicina in questione senza fare troppe storie.

4)      Cambiare nome alle medicine. Sfruttate la fantasia ed evitate di parlare di medicine. Mentre i maschietti bevono con piacere il sangue di drago per diventare forzuti, le bambine preferiscono la pozione magica per veder poi spuntare le ali da fatina.

5)      Gusti diversi. Alcuni antibiotici per bambini vengono commercializzati con differenti sapori. Lo stesso principio attivo può essere infatti addizionato a un aroma all’arancia, alla fragola o al limone. Scegliete l’antibiotico con il gusto che piace di più al bambino.

6)      Dite la verità. Con alcuni bambini funziona la schiettezza. Dite loro che solo assumendo quel farmaco potranno avere un po’ di giovamento e potranno tornare a giocare all’aria aperta in pochi giorni.

Categorie dell'articolo:
Cura del bambino · Salute del bambino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *