Come scegliere il passeggino per bambini disabili

Scritto da
passeggino bambini disabili

Attualmente in commercio sono presenti un gran numero di passeggini per bambini disabili e orientarsi nella scelta non è una cosa affatto semplice. Vediamo assieme le loro caratteristiche specifiche.

Le caratteristiche principali del passeggino per bambini disabili

Il passeggino per bambini disabili consente loro di mantenere la schiena in una posizione corretta mano a mano che diventa sempre più grande. I modelli in commercio differiscono per forma, peso, materiali di rivestimento, brand produttore e sistemi di sicurezza. Quelli di ultima generazione sono stati progettati per essere sempre più maneggevoli e leggeri senza che ciò influisca negativamente sulla loro sicurezza.

È sempre meglio orientare la scelta verso un passeggino che sia molto semplice da chiudere, dotato di meccanismi che magari si possono attivare con una mano sola all’occorrenza. Chi adopera prevalentemente il passeggino in città fra marciapiedi e strade asfaltate può tranquillamente scegliere un passeggino un po’ più largo mentre chi deve spesso caricarlo in auto o viaggia comunque molto, per una questione di praticità, il modello ideale è quello caratterizzato da dimensioni assai contenute e molto leggero.

I sistemi di sicurezza

I passeggini progettati per i bambini disabili hanno tutti almeno due sistemi di sicurezza. Uno impedisce l’uso accidentale improprio dell’oggetto da parte del bambino per evitare che si faccia male o che le sue piccole dita rimangano incastrate nei meccanismi mentre l’altro sistema di sicurezza prevede il bloccaggio di entrambe le ruote posteriori. I passeggini inoltre devono essere rivestiti con materiali impermeabili, rimovibili e facilmente lavabili a mano o in lavatrice.

È importante che i bambini disabili inizino a stare seduti nello stesso periodo in  cui iniziano gli altri ovvero fra i 7 e gli 8 mesi. È il periodo giusto per cominciare a utilizzare costantemente il passeggino per gli spostamenti e dare un po’ di autonomia anche a quei bambini con problemi motori che non riescono a gattonare. Con l’uso del passeggino conquisteranno il loro pezzetto di indipendenza in più che li gratificherà enormemente. 

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Tutto per il bebè

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *