Come scegliere il nome di proprio figlio

Scritto da
scegliere nome bambino

Prima di scegliere il nome del proprio figlio è buona norma cercare di capire come risulterebbe adoperato tutti i giorni. Chi mette nomi un po’ stravaganti ai figli spesso non si rende realmente conto di quali difficoltà potrebbe comportare il suo utilizzo a scuola ma anche nella vita quotidiana. Vero è che nomi particolari immediatamente fanno pensare a chi li porta senza generare equivoci, ma è altrettanto vero che potrebbero creare non poche difficoltà al bambino in ambito scolastico e non solo. Come scegliere dunque il nome del bambino? Ecco a voi qualche consiglio utile da seguire.

La scelta del nome del bambino

Poco tempo fa sulla stampa internazionale è stata data la notizia che a un bambino i genitori hanno scelto di dare il nome Chip. Un nome bizzarro e insolito che ha aperto un vero e proprio dibattito sui nomi da attribuire ai bambini. Chip sarà sicuramente un nome semplice da pronunciare e facile da scrivere ma forse è un po’ troppo azzardato dare il nome di un oggetto al proprio figlio.

Per scegliere un nome adeguato è buona norma pensare al suo significato o ciò che rappresenta per voi. In secondo luogo dovrà essere armonico quando viene pronunciato assieme al cognome, senza creare stridenti contrasti, fastidiosi doppi sensi o situazioni ridicole. I migliori sono i nomi comunicativi, immediati e musicali da pronunciare. Nomi troppo lunghi complicano le cose soprattutto quando il bambino inizia a frequentare la scuola materna e quasi mai verranno sempre pronunciati per intero. I nomi più lunghi in genere poi generano vezzeggiativi e soprannomi come ad esempio Giampy per Giampiero o Betty per Elisabetta.

La stravaganza non è di moda: si ritorna ai nomi classici

I nomi strani a tutti i costi sono oramai sorpassati ed è un vezzo da star che è meglio non imitare. Sono molto pesanti da portare per i figli e destano sempre un po’ di stupore da parte di chi li ascolta per la prima volta. Prima di pensare a un nome da dare a vostro figlio, provate a mettervi al suo posto e immaginare quanto quel nome sarebbe portabile o meno nella vita di tutti i giorni.

La stravaganza a volte sta proprio nella normalità: in fondo il nome viene fatto ricordare da chi lo porta e non viceversa. Optate dunque per un nome semplice, che si possa pronunciare bene e del quale vostro figlio non debba vergognarsi mai, in nessuna circostanza. Solo così facendo avrete la certezza di fare la scelta corretta, a prova di prese in giro da parte dei futuri amici e compagni di scuola del vostro bambino.

Categorie dell'articolo:
Nomi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *