Come il parentado ti smonta la creatura. Alias: Le tue regole, valgono zero!

Scritto da
come-il-parentado-ti-smonta-la-creatura

Non sai il perché. Non sai se lo facciano di proposito. Sembra che ci sia dolo, a volte. Sembra pura distrazione, altre. Eppure, non ci piove: suocere, zii, e nonni vari, fanno di tutto per smontarti la creatura. Per togliere di mezzo, con la velocità della luce, un lavoro di educazione, o quanto meno i tuoi tentativi, per cui ti sei faticosamente impegnata.

Te lo avevano raccontato le amiche mamme. Avevi riso, vedendo alcune scene nei film. Ora, però, che sei tu la mamma a cui viene smontata ogni regola, non ridi più e provi tutta la solidarietà del mondo, per quelle mamme amiche che credevi fossero solo esagerate.

Ecco le tue regole (alcune) e le loro più assurde scuse, per smontartele:

1. Quando si entra in casa, ci si toglie le scarpe. Il piccolo sta imparando a gattonare. Non vorrete, fargli mangiare lo sporco delle suole delle scarpe!?
Ma va’. Sto solo mezz’ora. E poi le scarpe sono nuove, le ho comprate martedì.
Anno e mese non sono specificati.

2. Quando si arriva, ci si lava sempre le mani, prima di prendere il braccio il bambino. I germi, i germi!
Ma va’. Che esagerazione, non è mai morto nessuno, per una coccola fatta con la mano che si è appoggiata su tutti i mezzi pubblici della città. Comunque, va bene. Lo prendo in braccio un attimo, giusto per salutarlo, e me le lavo.

3. Allora esco. Alle 14,30 deve fare la nanna. Cercherà di corrompervi, ma non ci cascate. È la nostra routine.
Certo, la nanna è importante.
Quando rientri, ineluttabilmente, la nanna sarà stata saltata.

4. Allora esco. Appena si sveglia, deve fare la merenda. Io gli faccio mangiare lo yogurt. Gli piace pure, per cui non avrete difficoltà.
Guarda, non lo voleva proprio. Si è rifiutato. Gli ho dato il gelato. Non è colpa mia, mi ha minacciato.

5. Come da indicazioni del pediatra (perché hai capito che la tua autorevolezza non esiste, allora preferisci andare sul sicuro con il dottore) non gli ho ancora dato il cioccolato, né il salame. Ci ha detto di evitare di salare i pasti e di non mettere miele e simili nel biberon.
Allora, esco?
Al ritorno, lo trovi che mangia un panino con il salame e il cioccolato insieme, mentre beve un analcolico fatto di zucchero e miele. Un pizzico di sale, giusto per evitare che rimanga tutto troppo dolce.
I pediatri moderni, che esagerazione! Noi siamo stati cresciuti a pane e cioccolato e non è mai successo niente.

E tu vorresti dire… e pure fosse, ma il punto è un altro: le regole sarebbero le mie!
Ma ti arrendi, sono più forti loro.

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *