Come educare i bambini a non avere pregiudizi

Scritto da
educare-i-bambini-contro-pregiudizi

In che modo è possibile educare un bambino a dire no ai pregiudizi di genere? C’è un metodo infallibile, tanto semplice quanto magico: con il potere delle parole attraverso le storie dei libri.

Pregiudizi di genere: come educare i bambini a dire no!

I libri in questo svolgono un ruolo catalizzatore di insegnamenti, hanno un valore educativo che molto spesso si sottovaluta. Perché i bambini hanno bisogno di ascoltare a loro modo, di leggere la vita con il loro  personale linguaggio fatto di incantesimi, fiabe ed eroi.

Con gli eroi dei bambini si può educare a vivere in una società civile in cui non esistono i pregiudizi di genere, in cui giocare con le bambole insieme alla sorellina non significa essere diverso, divertirsi con le macchinine dell’amichetto del cuore non deve rappresentare un problema.

I libri per educare i bambini a dire no ai pregiudizi

Ecco che i libri vengono in soccorso di genitori e parenti, di educatori scolastici e ambiti formativi per insegnare quanto la specialità di un essere umano è data dalla libertà di scegliere, senza limiti e senza prepotenze.

Tra i libri illustrati vi segnaliamo la storia di Ettore. L’uomo straordinariamente forte. Edito dalla casa editrice Settenove racconta la storia di un circense che ha una grande forza fisica.

Un eroe per bambini maschi che usa i ferri da maglia!

Ammirato da tutti i suoi colleghi è capace di fare mille prodezze che lo rendono un vero eroe. Il coraggioso Ettore, però, ha un segreto che lo rende ancora più speciale. Ama fare la maglia come le donne, e quando viene scoperto, la sua passione non viene accettata in maniera positiva. Che cosa accadrà al grande e forte Ettore? Dimostrerà che amare una cosa da femmine non lo rende diverso?

Un libro consigliato per raccontare ai propri bambini, in maniera leggera e non didattica, che già da piccoli si devono evitare i pregiudizi di genere. 

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *