Come difendere i neonati dalle zanzare

Scritto da
neonato zanzare rimedi

Difendere i neonati dall’attacco delle zanzare non è certo cosa semplice. Non potendo adoperare i medesimi repellenti comunemente usati per gli adulti, è possibile tuttavia mettere in pratica qualche accorgimento per evitare che i fastidiosi insetti prendano di mira i più piccoli provocando fastidio, intensi pruriti e qualche volta infezioni da curare successivamente con antibiotici.

Per prima cosa è necessario adottare tutte le protezioni ambientali possibili come ad esempio eliminare tutte le acque ristagnanti in prossimità dell’abitazione come quelle presenti nei sottovasi. Sistemate inoltre dinnanzi a porte e finestre delle zanzariere rimovibili all’occorrenza. In commercio ne esistono differenti tipologie, abbastanza semplici da montare anche da parte dei meno esperti di fai da te.

Prodotti repellenti: non usarli sui neonati!

I prodotti repellenti da applicare sulla pelle per i neonati sono fortemente sconsigliati. L’epidermide dei bambini molto piccoli è piuttosto delicata e facilmente irritabile. Tuttavia in commercio si possono reperire dei prodotti specifici a base di estratti vegetali e erbe anallergici da usare soprattutto all’aperto. Deve essere comunque evitato un utilizzo costante e prolungato.

Alleviare il fastidio delle punture di zanzare per i neonati

Se le zanzare già hanno punto il neonato si può alleviare il fastidio applicando sulla parte interessata una crema idratante e al contempo lenitiva che abbia al contempo un effetto rinfrescante. Se si nota che il bambino tende  a grattarsi con insistenza si può scegliere una crema anti staminica per evitare che il bambino possa graffiarsi procurando lesioni facilmente infettabili.

Le pomate al cortisone devono essere usate solo in casi particolari ovvero se la zanzara ha punto in una zona del corpo particolarmente delicata come la bocca o gli occhi. In ogni caso però è meglio chiedere prima al pediatra che per evitare eccessivi gonfiori potrebbe consigliare un collirio antistaminico o, in alternativa, delle gocce da assumere per bocca.

Categorie dell'articolo:
Cura del bambino

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *