Come affrontare i malanni del bimbo in vacanza

Scritto da
malanni del bimbo in vacanza

Finalmente le agognate vacanze! Sole, mare, relax e tanto tempo da trascorrere con i nostri bambini.

Proprio le temperature estive però possono essere un pericolo per i piccoli di casa, perché il caldo favorisce la proliferazione di virus e batteri e il contagio di alcune malattie che possono destare preoccupazione. Mamme non vi allarmate perché con le precauzioni giuste non vi rovinerete le vacanze e potrete godervi l’estate coi vostri bambini!

Attenzione alla gastroenterite virale dei bambini

Alberto Villani, responsabile di Pediatria generale e malattie infettive dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma raccomanda di fare attenzione alla gastroenterite, pericolo numero uno dell’estate. La gastroenterite virale si presenta in forma acuta con crampi, nausea, vomito e diarrea, ma anche febbre e malessere generale. Durante la fase acuta bisogna tenere sempre il bambino idratato perché il pericolo maggiore è proprio la disidratazione soprattutto nei più piccoli. La gastroenterite è molto contagiosa e attenzione ai cibi contaminati e poco sicuri.

Gli sbalzi di temperatura causano malanni del bimbo in vacanza

Attenzione anche agli sbalzi di temperatura, molto frequenti anche d’estate. Basti pensare se si entra accaldati in un locale con aria condizionata o viceversa se dopo aver soggiornato in un ambiente fresco, si esce fuori proprio nelle ore calde. Il colpo d’aria è in agguato e conseguentemente febbre, mal di gola o mal d’orecchio. Se la febbre si protrae per diversi giorni superando i 38,5 ° C è il caso di recarsi presso una guardia medica o un pronto soccorso pediatrico anche in vacanza.

Come affrontare le vacanze serenamente coi bimbi

L’ideale sarebbe partire sempre con una scorta utile di antipiretici, un termometro e tanta serenità. Non è il caso di allarmarsi comprando una quantità industriale di medicinali che poi sono inutili e non servono a nulla. Affrontate la vacanza con serenità. Non è detto che il bimbo debba per forza ammalarsi!

Categorie dell'articolo:
Viaggi in Famiglia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *