Le cattive abitudini dei bimbi in vacanza: che fare al rientro?

Scritto da
cattive abitudini bimbi in vacanza

Molti genitori sono preoccupati perché i loro bambini hanno preso delle cattive abitudini in vacanza. La preoccupazione maggiore è che al ritorno a casa il bambino abbia difficoltà a tornare alla quotidianità (il nido, gli orari, il ritmo del sonno e dei pasti, etc.) e questo possa generare nel bambino ansia e frustrazione

Gli orari sballati delle poppate: e ora?

Siete partite dalla città con le poppate regolari del bebè, ma in vacanza si è sballato tutto. La poppata è diventata talmente variabile che sicuramente il rientro sarà un problema soprattutto se si torna immediatamente al lavoro. Come si fa?

Si può provare a dare una poppata “ridotta” in modo che il piccolo richieda il latte prima e ritorni all’orario di sempre oppure fare qualche altro tentativo (una passeggiata ad esempio) per ritardare la poppata. Si tratta di esperimenti che i genitori mettono in atto per rientrare nella cadenza regolare, ma vi assicuriamo che dopo qualche giorno il bebè ritornerà al suo ritmo. Se possibile, prendete qualche altro giorno di ferie in più e trascorretelo a casa per provare a cadenzare gli orari.

Il bambino si addormenta tardi

Una pizza fuori o una serata danzante al villaggio in riva al mare, ed ecco che il bebè in vacanza ci ha provato gusto alla movida notturna! Se i genitori rientrano al lavoro dopo le vacanze diventa tutto più difficile e naturalmente, per essere più riposati, è auspicabile che il bambino si addormenti presto. Cominciate gradatamente a mettere il bambino a letto prima (10 – 15 minuti prima al giorno) e date al bambino segnali inequivocabili che è ora di dormire: oscurità in camera, niente suoni di TV o radio. Preparare il bambino al sonno con la sua routine quotidiana di sempre è importante per dare la giusta importanza a un sonno riposante.

Le cattive abitudini a tavola

Vacanze, sole, mare e spensieratezza, anche a tavola. Troppo presi dal gioco e dal divertimento i bambini hanno saltato i pasti, abbondato con i dolciumi e mangiato male. Ritornare in città significa ritornare a fare pasti più leggeri ma sani e bilanciati. Non dimenticate di riprendere la sana abitudine della prima colazione, magari saltata per correre in spiaggia.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Viaggi in Famiglia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *