Biberon nel microonde: tutto quello che bisogna sapere

Scritto da
biberon microonde

Sono in tante le mamme che hanno l’abitudine di utilizzare il forno a microonde sia per riscaldare il biberon con il suo contenuto che per sterilizzarlo. Non tutte le tipologie di biberon però sono adatte per un utilizzo con il microonde: dipende dal materiale con il quale vengono realizzati. Scopriamo assieme i materiali meno adatti e quelli più consigliati per l’utilizzo del microonde.

Biberon in microonde: attenzione al Bisfenolo A

Il biberon è un oggetto indispensabile che acquistano tutti i genitori prima o dopo l’arrivo in famiglia di un neonato. In commercio vengono proposti continuamente nuovi modelli che hanno le forme più diverse e che vengono prodotti con materiali differenti. Nei materiali impiegati per la realizzazione dei biberon vengono adoperati composti chimici che se surriscaldati possono rilasciare delle sostanze tossiche per l’organismo del neonato.

Fortunatamente, studi sempre più approfonditi nel campo della chimica hanno permesso di bandire negli ultimi anni alcuni elementi potenzialmente pericolosi dal mercato internazionale come ad esempio il Bisfenolo A che per legge non può essere presente nei biberon o in altri articoli dedicati alla prima infanzia.

Purtroppo però questa sostanza nociva è contenuta in un gran numero di oggetti in plastica che abitualmente vengono a contatto con il cibo come stoviglie, imballaggi e cose simili. La sostanza è stata bandita dai biberon nel 2011 quindi se ne avete uno in plastica che sulla confezione riporta la possibilità di adoperarlo nel microonde, verificate la data di produzione e le componenti chimiche.

Sì al microonde per biberon in polieterusulfone e vetro

Il biberon più indicato per essere messo in microonde è quello realizzato in polietersulfone perché con il riscaldamento non causa il distacco di alcuna particella dannosa che andrebbe poi a finire nel latte del vostro bambino. Il materiale può essere facilmente identificato con la sigla PES indicata sulla confezione o direttamente stampata sul corpo del biberon. Si tratta di un materiale che non assorbe in alcun modo gli odori, resiste alla perfezione alle elevate temperatura e lascia passare senza problemi le onde generate dal forno a microonde. Hanno un costo mediamente più elevato degli altri biberon e hanno una colorazione giallina non esattamente trasparente.

Un’altra tipologia di biberon molto adatta all’utilizzo con il microonde sono quelli in vetro temperato. In questo caso non c’è il rischio che le particelle che lo compongono possano staccarsi e finire nell’alimento e con il passare del tempo il biberon non cambia la sua forma originaria. I biberon in vetro possono essere sterilizzati sia nel microonde che mediante la tecnica della bollitura in acqua a seconda del tempo che si ha a disposizione. Questi biberon, in compenso, hanno uno svantaggio: non sono infrangibili, anche se è possibile reperire in commercio apposite guaine in silicone che li rendono un po’ meno fragili nel caso di cadute accidentali.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Salute del bambino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *