Alysia Montano gareggia al quinto mese di gravidanza

Scritto da
Alysia Montano gravidanza

Al quinto mese di gravidanza, la mezzofondista americana Alysia Montano, classe 1986, continua ad allenarsi e si è presentata visibilmente incinta ai Trials di Sacramento, gare fondamentali per stabilire la rosa degli atleti che rappresenteranno gli States nelle competizioni internazionali.

Alysia Montano gareggia incinta (per la seconda volta)

La sportiva tuttavia non è nuova a imprese di questo tipo perché già nel 2014, in occasione della sua prima gravidanza, aveva gareggiato incinta di 8 settimane. Alysia fa parte di quelle molte mamme atlete che, pur essendo in dolce attesa, non vivono la loro condizione come una malattia ma solo come un nuovo modo di essere.

L’attività sportiva durante la gravidanza

Con le dovute attenzioni, infatti, è possibile proseguire tranquillamente l’attività sportiva purché si ascolti il parere dei medici. La Montano infatti non ha alcuna intenzione di superare i propri limiti perché “Certe volte non conta vincere, ma cominciare un viaggio e vedere fin dove arrivi“.

Anche la tennista Serena Williams continua ad allenarsi nonostante la gravidanza ed era già incinta quando in gennaio conquistò l’Australian Open.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Commenti

  • Mah….io so strana per carita’,ma credo ci sia un momento per tutto.Puoi essere allenatissima certo,ma aspetti un bimbo….se proprio non vuoi rinunciare allo sport per lo meno fallo in maniera consona.Per me sta gente è solo esibizionista,nient’altro.

    Mely C Mojito Mely C Mojito 28 giugno 2017 20:23 Rispondi
    • Ciao Mely, lo sport è il suo lavoro, è un’atleta e per poter gareggiare ha prima consultato il medico

      Maternita.it Maternita.it 28 giugno 2017 22:24 Rispondi
  • C’è un tempo per ogni cosa…poi sicuramente sarà seguita da professionisti, ma io non rischierei cosi…si parla di corsa agonistica,non di 4salti dietro casa.
    Io ho.guidato e lavorato sempre fino alla fine, entrambe le volte, quindi capisco chi non si.atrofizza…ma ci sono in ogni caso dei limiti oltre quali il rischio è troppo alto.

    Alessandra Kass Forza Alessandra Kass Forza 28 giugno 2017 21:36 Rispondi
    • Certo, una mamma non atleta non deve fare sforzi eccessivi, ma essendo l’atletica il suo lavoro è stata seguita. Se fosse stato pericoloso non le avrebbero dato l’autorizzazione a effettuare la gara

      Maternita.it Maternita.it 28 giugno 2017 22:25 Rispondi
  • Mah…. sarà anche allenata per carità…. ma io credo che non sia il momento per gareggiare ecco…. tenersi in forma si ma così è troppo… dovesse cadere durante la gara o farsi male ?? Bo io in quei nove mesi ho pensato più al mio piccolo che a me ..senza trascurarmi ovvio ma prima veniva lui..

    Elisa Camplani Elisa Camplani 28 giugno 2017 22:14 Rispondi
  • Marty oh que problemi de contrazioni,perdite è cavoli vari nn ce l’ha..Li mortacci..

    Agnese De Santis Agnese De Santis 28 giugno 2017 22:22 Rispondi
  • Patrizia Scavello ci voli futtuna

    Claudia Caminiti Claudia Caminiti 28 giugno 2017 22:39 Rispondi
  • Mah…

    Adriana Ballacchino Adriana Ballacchino 28 giugno 2017 22:41 Rispondi
  • No..questo no! E poi se lo perdi ti dai i pugni in testa da sola?? Anche’io ho lavorato ma fino a 3,5 mesi (ginnastica)

    Taran Simona Taran Simona 28 giugno 2017 23:35 Rispondi
  • Bella pancia ⭐️

    Chiara Graziadei Chiara Graziadei 29 giugno 2017 6:33 Rispondi
  • Vai a riposarti…che rischi….io.h fatto.nuoto x.8mesi…ma poi m.sono.fermata k.nn ce la.facevo.io

    Filomena Marino Filomena Marino 29 giugno 2017 7:22 Rispondi
  • Contenta lei… sebbene sia il suo lavoro è un lavoro a rischio. Si può fare attività moderata quello sì. Io sono sempre dell’idea che con tutto quello che succede ad andarsela pure a cercare…

    Benedetta Fioriti Benedetta Fioriti 29 giugno 2017 9:00 Rispondi
  • È una professionista oltre che un atleta. Per quanto ci sia un tempo per tutto, il suo corpo è allenatissimo per poterlo fare in questa occasione e avrà un team di dottori che la seguono. Quindi non ci vedo nulla di male. Ovvio e che per chi non è allenato o ha problemi di salute, il riguardo è la prima cosa fondamentale.

    Mara Fragala Mara Fragala 29 giugno 2017 10:28 Rispondi
  • Bravaaaaaa

    Elena Marchesini Elena Marchesini 29 giugno 2017 12:06 Rispondi
  • Boh

    Marzia Gambino Marzia Gambino 29 giugno 2017 13:50 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *