5 modi per riciclare i tappi di plastica

Scritto da

Chi è solito bere acqua imbottigliata, o comunque altre bevande, si ritroverà in breve tempo letteralmente sommerso dai tappi di plastica. Perché buttarli? esistono tantissimi modi divertenti per riciclarli e creare delle piccole “opere d’arte”. In questo modo non solo avremo degli oggetti di design da tenere a casa, ma sarà anche un’occasione per passare del tempo creativo con i nostri bambini. Ecco qualche idea per riciclare i tappi di plastica.

1. Cestino raccogli carta. Occorrono tantissimi tappi, meglio se colorati (diversamente basterà qualche spennellata di colori acrilici), una pistola per la colla a caldo, colla a caldo. Iniziamo a comporre il fondo partendo da un tappo centrale al quale incolleremo attorno altri tappi. Proseguiamo con un altro giro allo stesso modo fino a ottenere l’ampiezza desiderata. Ora procediamo con la realizzazione dell’altezza. Facciamo un giro di tappi sovrapponendoli esattamente a quelli dell’ultimo giro del fondo. Ora continuiamo ma questa volta posizioniamoli senza sovrapporli in modo preciso, bensì alternandoli agli spazi. Anche qui, continuiamo fino a ottenere l’altezza desiderata.

2. Portachiavi. Occorrono 3 tappi di plastica di colori diversi, un anello metallico a spirale di quelli per infilare le chiavi, un filo resistente, un paio di bottoni o perline per collane. Assembliamo alternando gli elementi decorativi, perline o bottoni e infine i tre tappi che dovranno essere forati nel centro. Creiamo una sorta di occhiello da poter infilare nell’anello metallico. Non resta che inserire le chiavi.

3. Serpente di tappi. occorrono diversi tappi colorati e una capsula delle sorprese degli ovetti di cioccolato, un filo robusto. Foriamo i tappi, si può fare agevolmente con un punteruolo battuto col batticarne, e foriamo anche la parte inferiore della capsula degli ovetti. inseriamo il filo facendo un nodino su entrambi i lati dei tappi cosicché non si spostino. Aggiungiamo gli occhi alla capsula dell’ovetto e non diamo il giochino a bambini di età inferiore ai 3 anni, ma anche in seguito fate attenzione che non portino in bocca i tappi.

4. Cornice di tappi. Occorrono tanti tappi colorati, una sagoma di cartone, colla a caldo. Dopo aver realizzato la sagoma di cartone iniziamo a incollare i tappi seguendo lo schema che preferiamo alternando quindi i colori per ottenere decori simpatici. Possiamo decorare ulteriormente con dei colori acrilici.

5. Tenda di tappi. Occorrono tantissimi tappi, fili robusti, un bastone, chiodini e tanta pazienza. Dobbiamo creare dei fili di tappi dell’altezza giusta, a seconda della porta dove andremo ad appendere la tenda e tanti quanti sarà la sua larghezza. Il procedimento è semplice, ma lungo. Intanto si forano i tappi in perpendicolare, quindi andremo a creare due fori sui lati opposti. Inseriamo quindi il filo facendo un nodino prima di inserire il tappo e uno dopo averlo inserito, in modo da bloccarlo, ma se i tappi son tanti possiamo posizionarli uno vicino all’altro e non è necessario fare i nodini. Una volta realizzati tutti i fili nei quali avremo, nella parte finale creato un occhiello, inseriamo un chiodino nel bastone di legno, ma senza inserirlo in profondità. Infiliamo l’occhiello del filo e col martello pieghiamo il chiodino. Procediamo allo stesso modo per tutti gli altri fili.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Creare con i bimbi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *